Criticare Mattarella non è un atto eversivo

www.youtube.com

A leggere alcuni grandi giornali sembrerebbe che l'Italia sia sotto attacco da una potenza straniera. Dopo il suo no a Paolo Savona all'Economia, il presidente della Repubblica sarebbe stato vittima di un'ondata anomala di critiche orchestrata da hacker russi. L'antiterrorismo indaga sulla vicenda ma c'è un grande tema che sta inquinando davvero il dibattito: stiamo parlando di poche decine di account, mentre in quelle stesse ore due partiti votati da metà degli italiani esprimevano legittimo dissenso nei confronti del Quirinale. Ora il pericolo è che passi l'idea che chiunque critichi il capo dello Stato sia influenzato da propaganda estera.

L’opposizione trova il punto d’unione: sabotare la commissione sul Covid
Dario Franceschini (Ansa)
Dario Franceschini svela la strategia di intralcio dei dem: «È un tribunale politico, disertiamolo». Azione, +Europa e M5s si accodano. L’inizio dei lavori è il vero incubo del campo largo, compatto come mai contro le indagini.
L’Ursula di lotta e governo irrita l’Ue
Ursula von der Leyen (Ansa)
Malumori crescenti a Bruxelles per la spregiudicatezza della Von der Leyen, che agisce al tempo stesso come presidente della Commissione e come candidata alla riconferma.
Le idee nuove del Pse: green e antifascismo
Ansa
  • Elly Schlein ospita la kermesse socialista alla Nuvola di Fuksas. Il mantra è sempre lo stesso: «Salvare l’Ue dall’estrema destra». Incidente diplomatico sfiorato quando Nicolas Schmit chiede più sostegno all’Ucraina, poi Olaf Scholz tampona: «Non manderemo truppe».
  • L’esponente di Fdi Nicola Procaccini fa campagna a teatro: «Dal palco racconto come cambierà l’Unione. La sinistra ha bisogno di dividerci per restare a governare l'Europa».

Lo speciale contiene due articoli.

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings