Lo scorporo della rete si porta via i debiti di Telecom

True
  • L'idea è semplice: se suddividi un asset, il mercato tende a valorizzarlo più della somma delle parti. In ogni caso nella nuova società finirebbe buona parte delle sofferenze, liberando l'impresa telefonica dal suo storico fardello che la limita in Borsa.
  • Consob interviene nella diatriba tra Vivendi e il fondo Elliott e chiede più documenti in vista dell'assemblea. Il ministro Carlo Calenda si scaglia contro i francesi: «Pessimi gestori». Ai risparmiatori, però, non interessa tanto chi comanderà ma che il titolo torni a salire nel lungo termine.

Lo speciale contiene due articoli.

Ursula von der Leyen (Ansa)
Oggi il via libera formale della Ue al Recovery plan italiano avverrà a Cinecittà: luogo perfetto di sogni e finzioni. E quello degli «aiuti» europei si candida a essere un film purtroppo già visto. Senza lieto fine.
Emmanuel Macron e Mario Draghi (Horacio Villalobos#Corbis/Getty Images)
Le elezioni per il rinnovo dei consigli regionali sono state disastrose per il presidente francese e il suo partito. Scarsissima affluenza alle urne. Il risultato sembra aprire al nostro premier spazi impensabili in Europa per un passaggio di testimone nel post Angela Merkel.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings