femminismo

In tv sono spariti i detective uomini. La lotta al patriarcato mette la divisa
Paola Cortellesi nel ruolo di Petra. Luisa Ranieri interpreta Lolita Lobosco (Ansa)
«Petra», «Imma Tataranni», «Lolita Lobosco», «Blanca»: nelle fiction Rai e nelle serie su Sky l’apparato inquirente è quasi del tutto formato da donne. E in Italia vince la formula «giallorosa»: crimine e sentimenti.
Lo scetticismo politico come antidoto al fanatismo woke: un libro di Spartaco Pupo
(Ansa)

Il docente calabrese finito recentemente nel tritacarne femminista è uno studioso del pensiero scettico. La cui dottrina farebbe bene a certe attiviste contemporanee.

Il silenzio femminista sui deliri trans a spese delle donne
Ansa
Attiviste urlanti contro il patriarcato. Ma silenti sullo scandalo dell’associazione che spinge le minorenni a cambiare sesso.
Il film della Cortellesi ha un sequel proibito
Eugenia Roccella e la copertina del suo libro «Una famiglia radicale» (Imagoeconomica)
Il seguito perfetto di «C’è ancora domani» esiste già: è l’opera autobiografica di Eugenia Roccella, ministro della Famiglia. I registi di sinistra, però, non racconteranno mai la sua storia, che va dalla militanza femminista alla conversione religiosa.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings