La malafede di Bonafede

Ci vuole una certa faccia tosta nel fare il ministro della Giustizia senza conoscere la differenza fra dolo e colpa. Tuttavia, Alfonso Bonafede, l'uomo che si è incaricato di riscrivere alcune regole del processo penale tra le quali la prescrizione e per inciso è un avvocato, ha deciso di andare oltre e di dare ulteriore prova della sua improntitudine. L'altro giorno, in un'intervista a Radio Capital, prima ha premesso che come ministro non avrebbe potuto commentare indagini in corso e dunque neppure avrebbe potuto rispondere alle domande sull'autorizzazione a procedere presentata dal Tribunale di Catania contro (...)

Lo stilista Giorgio Armani: «Non rinuncio alla giacca, che rimane una colonna portante della mia estetica, ma continuo il mio lavoro nella direzione dell'evoluzione». Miuccia Prada: «Il mondo è così complicato, troppo complicato, ed è facile perdere di vista l'essenza della vita umana».

Continua a leggere Riduci
Enrico Michetti (S) e Vittorio Sgarbi (Ansa)
Il critico: «Il sindaco ha distrutto l’immagine della città, le intitolerò un vespasiano come simbolo della sua amministrazione. Un tridente con Michetti e Matone? Più una trinità»
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings