editoriale belpietro

Manca anche il rispetto per i morti. Gli avvoltoi conoscono già i colpevoli
Maurizio Landini ed Elly Schlein (Ansa)
A cosa serve dichiarare sciopero (pochissime le adesioni) in Enel quando ancora non si sa cosa sia successo a Suviana? Dito puntato contro l’uso di ditte esterne, ma si tratta di alcune delle principali aziende del settore.
Tra Elly e Giuseppi l’ultima tappa di 30 anni di faide tra progressisti
Imagoeconomica
A destra i litigi non sfociano mai in fratture insanabili. Invece nessun premier dell’altro campo è durato più di un biennio.
La superiorità morale dei progressisti non esiste
Imagoeconomica

Loro sono diversi. Sta scritto nelle tavole della legge e pure nel loro Dna. Essendo di sinistra, ne consegue che siano antropologicamente, culturalmente, moralmente, eticamente e politicamente diversi. Non c’è neppure da discuterne. Un compagno è superiore per definizione. Poi sì, ci sono i compagni che sbagliano, che sparano o che spaccano la testa a chi comunista non è. Oppure che prendono mazzette o pagano 50 euro per comprare i voti necessari a farsi eleggere. Ma sono compagni che sbagliano. Anzi, sono fascisti camuffati da compagni. Gente di destra, insomma.

Vi do una notizia: il campo largo è solo un bluff
Giuseppe Conte (Ansa)

I giornaloni si sono resi conto ieri mattina che l’alleanza di centrosinistra, tra 5 stelle e Pd, non esiste più. In realtà, il cosiddetto fronte progressista non è mai esistito. Presa com’era a seguire l’altalenante andamento dei rapporti fra Fratelli d’Italia e Lega, la grande stampa non si è accorta che l’unione giallorossa non è mai stata tale. Grillini e piddini altro non erano che un cartello elettorale, messo insieme al solo scopo di sommare i voti, ma certo non con l’obiettivo di dare a comuni, regioni e (in futuro lontano) a esecutivo una prospettiva di governo.

Continua a leggereRiduci
Vi do una notizia: il campo largo è solo un bluff
Giuseppe Conte (Ansa)

I giornaloni si sono resi conto ieri mattina che l’alleanza di centrosinistra, tra 5 stelle e Pd, non esiste più. In realtà, il cosiddetto fronte progressista non è mai esistito. Presa com’era a seguire l’altalenante andamento dei rapporti fra Fratelli d’Italia e Lega, la grande stampa non si è accorta che l’unione giallorossa non è mai stata tale. Grillini e piddini altro non erano che un cartello elettorale, messo insieme al solo scopo di sommare i voti, ma certo non con l’obiettivo di dare a comuni, regioni e (in futuro lontano) a esecutivo una prospettiva di governo.

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings