Il Pd ha paura e si butta sul fascismo

Puntuale come le cambiali in scadenza, è arrivato l'allarme antifascismo. A incaricarsi di lanciarlo è stato Nicola Zingaretti, il tutto pare per una mascherina con la fiamma che ha scaldato gli animi degli ultimi partigiani. Che il segretario del Pd abbia tolto dalla soffitta uno degli argomenti più vecchi e noiosi della campagna elettorale è però il segno che ai piani alti del Nazareno devono aver ricevuto sondaggi disastrosi, in particolare per quanto riguarda la Toscana. Già, perché solo la paura di perdere una delle regioni più rosse deve aver indotto a parlare di un pericolo che non c'è, come quello del ritorno del fascismo.
Intendiamoci, niente di nuovo. La stessa tiritera (...)

Mario Draghi (Getty Images)
  • Mr Bce lascia la palla all'Aula: «È il momento del Parlamento, non del governo». Il messaggio alla sinistra, però, è chiaro: o si va incontro alle richieste della Chiesa, o la legge rischia di essere bocciata dalla Consulta.
  • I dem dovranno accettare modifiche, anche se i partiti giallorossi insistono per portare al voto il testo. Roberto Fico incalza il M5s, Giorgia Meloni si mette di traverso: «Sospendiamo l'iter».

Lo speciale contiene due articoli.

Il radicale Marco Cappato (Ansa)
Sinistra e grillini strillano per la nota del Vaticano (che si appella al diritto) nelle stesse ore in cui benedicono le pressioni dell'Ue contro la legge ungherese sul gender. E dopo aver acclamato il «ce lo chiede l'Europa», piangono la lesa sovranità delle Camere.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings