Il Regime in Redazione in edicola da domani con La Verità e Panorama

Default Theme

«Saxa Rubra e Viale Mazzini circondati da maxi manifesti contro blasfemia a Sanremo e gender»

«Saxa Rubra e Viale Mazzini circondati da maxi manifesti contro blasfemia a Sanremo e gender»

«Ma l'Ad Fabrizio Salini è ancora al suo posto? E Amadeus continua a condurre programmi tv normalmente? È ora di dire basta! Chi sbaglia paghi. Il Festival di Sanremo 2021 ha offeso e mortificato la sensibilità di chi crede con volgari parodie della Fede cristiana. Per questo abbiamo lanciato una petizione che in pochi giorni ha raggiunto ad oggi oltre 52.000 firme e che chiede alla Rai che il servizio pubblico non mandi mai più in onda "spettacoli" blasfemi. E sia Amadeus che Salini dovrebbero dimettersi come chiedono milioni di cristiani offesi. Nessuno avrebbe mai pensato di offendere le altre confessioni religiose ma i cristiani sì, possono essere insultati in mondovisione?» ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita e Famiglia onlus che proprio oggi parte con una campagna di maxi manifesti e camion vela sul tema, a Roma e davanti alle sedi Rai.

«Non si tratta solo di una questione di libertà religiosa, alcune performances hanno indignato anche molti spettatori non credenti. Le famiglie Italiane non ne possono più! Come se non fosse stata sufficientemente grave l'ennesima genuflessione al gender, dall'indifferentismo sessuale e dalla "sessualità fluida", Amadeus & co hanno mandato in onda "esibizioni" blasfeme e oltre il limite della decenza di un "artista" che non merita neppure di essere menzionato, a cui ha dato manforte anche il co-conduttore Rosario Fiorello, che oltretutto aveva appena ricevuto il premio "Città di Sanremo". La Rai chieda scusa agli italiani! Non si possono più sopportare e subire offese. Stop alla TV di regime, che dileggia e insulta la fede di milioni di italiani e diffonde il gender nelle proprie trasmissioni» ha concluso Jacopo Coghe, vice presidente della Onlus.

I frutti dei diktat di Speranza: mazzette alle pompe funebri per vedere i familiari defunti
Saronno, addetti a obitorio ed esequie mostravano le salme ai parenti in cambio di denaro. Una vergogna innescata dai divieti che negavano l’ultimo saluto ai cari.
Iniezioni sicure? L’Ema si sveglia, l’Italia no
Albert Bourla e Nicola Magrini (Ansa)
  • L’agenzia Ue recepisce le indicazioni di Pfizer: Mancano informazioni per garantire che non ci siano rischi nelle somministrazioni a gestanti o donne che allattano e nel mix con gli antinfluenzali. Da noi, però, ministero e Aifa raccomandano di porgere il braccio.
  • L’autorità inglese sferza l’ad di Pfizer. «Frasi fuorvianti sulle dosi ai bimbi». Elon Musk rivoluziona la politica di Twitter: «Stop al filtraggio dei post su virus e punture».

Lo speciale comprende due articoli.

Pugno duro di Xi contro le proteste. Nuovo piano per vaccinare gli anziani
Ansa
Città blindate dalla polizia. Il Dragone ora punta alla profilassi di massa degli over 80.
Sentenza sui vaccini inchioda la consulta
Getty images

Un giudice dell’Aquila condanna un’azienda per aver sospeso una dipendente che aveva rifiutato le dosi. «I farmaci disponibili non bloccano il contagio, imporli ai lavoratori è contrario alla nostra Costituzione».

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings