Re Giuseppi tratta i giornalisti come servi

I giornalisti dovrebbero disertare le conferenze stampa di Giuseppe Conte. Perché non sono conferenze stampa, dove un cronista pone una domanda, anche polemica, e per conto dell'opinione pubblica pretende una risposta chiara e non evasiva. Quelle del presidente del Consiglio sono passerelle senza contraddittorio. Monologhi dove il premier fa mostra del proprio linguaggio involuto, pieno di iperboli e di citazioni, in giuridichese e politichese. Per il capo del governo la conferenza non è un'occasione per informare, ma per celebrare il proprio ego, per dispensare promesse e cercare consenso. Ogni volta gli aggettivi si sprecano e i superlativi anche. L'iniezione di liquidità a favore delle aziende è poderosa, ma nessuno si azzardi a dire che in realtà è minima (...)

Luca Morisi (Ansa)
Luca Morisi, l’inventore delle campagne social del segretario, avrebbe ceduto stupefacenti a tre ragazzi L’ex ministro: «Quando un amico sbaglia, bisogna aiutarlo». Accuse da Fedez, Renzi e dalla Dadone
Enrico Laghi (Ansa)
  • Seconda tranche dell'inchiesta su Piero Amara. I pm di Potenza accusano il potente manager di corruzione in atti giudiziari.
  • Coinvolto in tante inchieste. È presidente di Edizione, che può avere un ruolo in Generali.

Lo speciale contiene due articoli.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Incubo cinese

Mondo
Trending Topics
Change privacy settings