Putin chiude i rubinetti che doveva chiudere l’Ue

Putin chiude i rubinetti che doveva chiudere l’Ue
Vladimir Putin (Ansa)

Alla fine, a chiudere il rubinetto del gas non è l’Europa, ma Vladimir Putin. Sì. Per settimane abbiamo letto bellicose dichiarazioni di politici pronti a immolare la bolletta energetica delle famiglie pur di difendere l’Ucraina. In fondo, disse il nostro presidente del Consiglio, si tratta di scegliere fra la pace e l’aria condizionata. Messa così, la questione sembrava non lasciare spazio ad alternative, perché un paio di gradi in più d’estate o due di meno in inverno non valgono certo la vita e la libertà di milioni di persone.

Immigrazione, Ong all'attacco
Ansa
  • I taxi del mare hanno ricominciato a solcare le acque del Mediterraneo per recuperare migranti e portarli in Italia: negli ultimi 10 giorni ne hanno sbarcati 1.034. Mentre Luciana Lamorgese incolpa l’Ue di lasciarci soli, sulle nostre coste sono approdati oltre 27.000 immigrati. Giunti in Italia, i profughi si riversano in grandi città come Roma, Milano o Napoli, invadendo interi quartieri e occupando abitazioni con l’appoggio di una certa politica.
  • L’ammiraglio Nicola De Felice: «Le loro navi arrivano sotto costa nella zona di competenza libica. Nonostante l’Onu abbia regolarizzato le zone Sar se ne fregano delle leggi».

Lo speciale contiene due articoli

Antonio Noto: «Italiani arrabbiati con Draghi. Lo avevano sopravvalutato»
Antonio Noto (Sondaggi Bidimedia)
Il sondaggista: «Attribuita una capacità di cambiamento superiore alle reali possibilità. Giuseppe Conte ancora apprezzato, M5s no. La maggioranza contraria a inviare armi in Ucraina».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Ospedali e cliniche in Italia

Pillole di numeri
Trending Topics
Change privacy settings