Basta con l’import selvaggio di riso. Per una volta Bruxelles ci dà ragione - La Verità
Home
In primo piano

Basta con l’import selvaggio di riso. Per una volta Bruxelles ci dà ragione

Contenuto esclusivo digitale
  • L'Italia, primo produttore del continente, ottiene di nuovo i dazi sui cereali coltivati in Birmania e Cambogia. L'Europa ha fatto scattare la clausola di salvaguardia chiesta a gran voce da Coldiretti e osteggiata dal Pd.
  • Il riso italiano è il migliore del mondo, ma alla sapienza dei nostri risicoltori non sempre corrisponde un'altrettanta giusta educazione al consumo. Ecco un vademecum per ottenere i migliori risultati in cucina.
  • La pasta rappresenta uno dei prodotti simbolo del made in Italy. Un pacco ogni quattro di quelli consumati nel mondo è prodotto nel nostro Paese. Eppure non c'è da star tranquilli perché alcuni competitor si stano facendo sotto.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Il Cholo sogna l’impresa per tornare da eroe

LaPresse

Incroci pericolosi in Champions league: la Juventus pesca l'Atletico Madrid di Diego Simeone, cuore nerazzurro che corteggia i tifosi interisti e avverte Luciano Spalletti. Se eliminasse la Vecchia Signora, Beppe Marotta consumerebbe la vendetta perfetta portandolo a Milano.
In primo piano

La Francia alza la voce per Leonardo ma ci ha scippato centinaia di opere

Scontro sul no italiano alle richieste del Louvre di avere le opere vinciane per la grande mostra del 2019. Ma è un vizio dei cugini d'Oltralpe quello di prendere le nostre cose e spacciarle per proprie. Vedi Monna Lisa.
In primo piano

Un Tg1 a trazione Fico e Partito democratico

Contenuto esclusivo digitale

LaPresse

Dopo la nomina dei vicedirettori inizia a formarsi la redazione. Roberto Chinzari potrebbe diventare caporedattore del politico, ma dovrebbe arrivare dal Tg3 anche Monica Giandotti. Potrebbe così riformarsi la squadra di cronisti 5 Stelle vicini al presidente della Camera, dal direttore Giuseppe Carboni fino a Claudia Mazzola, attuale responsabile relazioni esterne in viale Mazzini.

In primo piano

Truffe raddoppiate sugli investimenti online

La Consob ha sanzionato 183 persone nei primi sei mesi del 2018, contro le 167 di tutto il 2017. Finte società contattano le vittime e le convincono a puntare piccole somme. Una volta carpita la fiducia chiedono cifre sempre maggiori, poi spariscono con i soldi.
In primo piano

«Soldi alla mafia», indagato governatore pd

LaPresse

Mario Oliverio, presidente della Calabria, accusato di aver fatto arrivare 4 milioni al potente clan dei Muto in cambio del rallentamento di un'opera che avrebbe fatto fare un figurone a un avversario. Lui nega gli addebiti e fa lo sciopero della fame: «Solo un polverone».
In primo piano

Botte, borseggi e furti di elemosine: in chiesa scatta l’allarme sicurezza

Preti e sindaci corrono ai ripari davanti all'emergenza attacchi nei luoghi di culto: messe annullate e pattugliamenti sul sagrato. Durante le festività ladri e vandali approfittano infatti del maggiore afflusso di gente, della confusione e anche del super lavoro che impegna i sacerdoti per mettere a segno borseggi e furti.
In primo piano

La pace fiscale si estenderà all’Inps. Sanatoria fino a 5 anni di «buco»

LaPresse

Agevolazioni studiate per chi, al lavoro solo dal 1995, coprirà i contributi mancanti. Pensati incentivi anche per le aziende. Allo studio un sistema simile per il riscatto della laurea: l'assegno, però, sarà più leggero.