L’unico condono che piace alla sinistra è la sanatoria per gli immigrati

Il governo si prepara a far sparire in un sol colpo 700.000 clandestini che soggiornano in Italia. Altro che Matteo Salvini: ci voleva Giuseppe Conte per eliminare il problema dell'immigrazione che tanto preoccupa gli italiani. Come? Con un ponte aereo che riporterà la maggior parte degli extracomunitari in Africa o nei loro Paesi d'origine? Oppure con delle navi-traghetto che faranno la spola tra le sponde del Mediterraneo? O ancora spedendo gli stranieri che non hanno diritto di restare in Italia oltre frontiera, cioè in Francia o Germania, dove molti di loro vorrebbero approdare? Niente di tutto ciò. Il giurista che alberga nel cuore del presidente del Consiglio ha in serbo una sorpresa in punta di diritto, ovvero una maxi sanatoria che regolarizzi gli irregolari, trasformandoli tutto a un tratto in regolari. Sì, niente di più semplice di una bella leggina, un codicillo piccolo piccolo che dia ai senza lavoro e senza tetto un permesso di soggiorno che li abiliti a restare sul territorio nazionale con un lavoro e un tetto. Così finalmente si smetterà di parlare di problema immigrazione, togliendo un argomento a Salvini. Non sappiamo (...)
Alessandra Ghisleri (Ansa)
La sondaggista: «Governo promosso sulla gestione dei vaccini, ma si pretende una svolta sull'economia. Europa bocciata sui migranti, cala la fiducia nella magistratura, il centrodestra in vantaggio su Pd-M5s».
Giulio Tremonti (Ansa)
L'ex ministro: «Più che a Marshall, fa pensare all'Urss. Prevale la logica del superdebito, troppi interventi, scritti male, con 48 riforme entro il 2024: utopia. E alla fine si prevede una crescita del pil solo dell'1,4 per cento».
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings