Le menzogne nascoste dietro il Nutriscore che ci impone l'Ue

True
Le menzogne nascoste dietro il Nutriscore che ci impone l'Ue

La Verità ha fatto un viaggio all'interno delle corsie delle principali catene di supermercati francesi per capire come funziona il sistema di etichettatura degli alimenti. La nutrizionista Chiara Pigozzi: «Possiamo trovare cibi classificati con "A" o "B" perché hanno poche calorie, ma a livello di ingredienti hanno una lista lunga di additivi e sostanze che possono anche essere pericolose per la salute». Il paradosso: il Pecorino Romano venduto in certe catene di supermercati, ha ricevuto un brutto voto: una «E». È andata un po' meglio al Parmigiano Reggiano e al Grana Padano. Questi due prodotti hanno ottenuto una «D».

Il peggior lockdown è quello autoimposto
Pascal Bruckner (Getty Images). Nel riquadro la cover del suo libro «Le sacre pantofole»
Nel suo ultimo libro, l’intellettuale francese Pascal Bruckner esamina gli strascichi della pandemia. E spiega che il vero pericolo è che un’umanità atterrita dall’idea dell’apocalisse cerchi rifugio nella clausura volontaria: «Sarà il trionfo del corpo rannicchiato».
La Meloni «conquista» il G7. I contadini bloccano Macron
Da sinistra: Justin Trudeau, Giorgia Meloni, Volodymyr Zelensky e Ursula von der Leyen (Ansa)

Il premier a Kiev con Volodymyr Zelensky e Ursula Von der Leyen. Il francese «sequestrato» dalle proteste non partecipa al vertice dei grandi.

Macron rimane a casa per i trattori ma finisce incornato dalla protesta
Emmanuel Macron (Ansa)
Il presidente francese diserta il vertice del G7 a Kiev e incontra gli agricoltori. Incassando una pesante contestazione. Eppure per i media nostrani era uno sgarbo a Roma. Solidarietà da Chigi per la «difficile giornata».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings