Il Rottamatore si è lanciato l’ennesimo boomerang

Chissà che cosa aveva in mente Matteo Renzi quando lunedì è zompato sul caso del papà di Luigi Di Maio. In piena notte, dopo aver visto il servizio delle Iene dedicato al genitore del vicepremier a 5 Stelle, l'ex segretario del Pd aveva dato fuoco alle polveri, aprendo un cannoneggiamento che nella giornata sarebbe proseguito con un video di Maria Elena Boschi e con una presa di posizione dell'intero Pd, partito che - approfittando dello scandalo di un dipendente pagato in nero nella ditta dei Di Maio - è giunto a reclamare un'audizione in Parlamento del ministro del Lavoro per conflitto d'interessi. È probabile che nella notte fra domenica scorsa e lunedì, quando si è messo al lavoro davanti al computer per sparare le sue bordate contro il leader grillino, Renzi ritenesse che fosse giunto il momento (...)

Enrico Letta (Getty Images)

Territori e candidature fuori controllo, agenda politica surreale, flop dell'alleanza con il M5s, polemiche gratuite con Matteo Salvini. Dopo poche settimane la leadership democratica è in bilico, ed Enrico vede sfumare in fretta i sogni di Quirinale e Palazzo Chigi.

Enrico Letta (Ansa)
Il segretario dem ha un disperato bisogno di costruirsi un ruolo che non ha. E per crearsi un'immagine da duro attacca il leader leghista chiedendone l'uscita dall'esecutivo. La replica è uno sberleffo. Il voto delle amministrative potrebbe segnare la sua disfatta.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings