I dem vogliono togliere dal frigo Biden contro Trump. Ma rischia la fine della Clinton

True
I dem vogliono togliere dal frigo Biden contro Trump. Ma rischia la fine della Clinton
Ansa

La campagna elettorale per le primarie democratiche si avvia ad entrare nel vivo. Lo scorso 31 dicembre, la senatrice del Massachusetts, Elizabeth Warren, ha annunciato la creazione di un comitato esplorativo in vista di una sua prossima discesa in campo. Il tutto, mentre negli ultimi due giorni si sono fatti avanti la deputata delle Hawaii, Tulsi Gabbard, e l’ex ministro dello Sviluppo urbano, Julian Castro: se la prima appare molto spostata a sinistra e tendenzialmente vicina alle posizioni politiche del senatore socialista Bernie Sanders, il secondo risulta leggermente più moderato, per quanto non estraneo all’universo liberal. Che Castro non sia poi così sgradito all’establishment democratico lo dimostra il fatto che, alle primarie del 2016, si schierò a fianco di Hillary Clinton, laddove la Gabbard scelse - con un certo coraggio - di sostenere Sanders, quando ancora tutti lo davano come un outsider balzano senza speranze.

Parlano di dignità e candidano la Salis per soffiare qualche voto alla Schlein
Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni (Ansa)
Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni travestono con motivazioni umanitarie la scelta di puntare sulla militante incarcerata. Ma l’intento reale è chiaro: approfittare del mesto dietrofront dem sulla maestra per rubare preferenze al Pd.
Tivù Verità | Odifreddi: quello che non va in Occidente
content.jwplatform.com

Il celebre matematico presenta il suo nuovo libro destinato a fare molto discutere: un attacco serrato e radicale al blocco euroatlantico.

I blitz di Macron e Merkel per salvare Draghi
Da sinistra: Angela Merkel, Emmanuel Macron e Mario Draghi (Ansa)
In «Controvento», Matteo Salvini racconta le ingerenze del leader francese e dell’ex cancelliera per evitare la caduta del governo di Mr. Bce. Un pressing, per scongiurare il voto e il trionfo di Fdi, rivolto pure al Cav. Che non cedette e mise gli interessi italiani al primo posto.
Conte all’angolo dopo aver cercato di lucrare sulla questione morale
Giuseppe Conte (Ansa)
Imbarazzo nel Pd e nel M5s che puntava a un rimpasto. Matteo Renzi e Maurizio Gasparri all’attacco.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings