I Benetton hanno fregato Conte. Si tengono i caselli e pure il ponte

Passata la festa, gabbati gli italiani. Così, dopo aver annunciato di aver preso a schiaffoni i Benetton, il governo viene preso a schiaffi dalla famiglia di Ponzano Veneto. Sì, c'era il ponte da inaugurare, con tanto di presidente della Repubblica e frecce tricolori. Dunque non si poteva, a due anni dalla strage di Genova, consegnare il viadotto sul Polcevera agli stessi che avevano gestito il Morandi, lasciandolo crollare con 43 persone sopra. Qualche volpone di Palazzo Chigi deve aver quindi pensato che bisognava fare qualcosa e quel qualcosa è stata una messa in scena a uso e consumo della grande stampa.
Mario Draghi (Getty Images)
  • Con Unicredit che si sfila dal salvataggio Mps, al governo non resta che tornare a Bruxelles e trattare per avere tempo. La scadenza della primavera prossima è irrealistica. E servono più soldi di quelli richiesti da Andrea Orcel per aumento di capitale, esuberi, Npl e cause.
  • Il Pd soffre di amnesia sui guai provocati in passato e sulle attuali colpe a Siena.

Lo speciale contiene due articoli.

Domenico Arcuri (Ansa)
Nel silenzio della struttura commissariale, il «Fatto» difende il manager. Attaccando il laboratorio che ha bocciato le Ffp2. Il quale però ha i titoli e un mandato della Procura.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

#LaVeritàAlleSette

La Verità alle sette

I salari medi negli Stati Uniti

Pillole di numeri
Trending Topics
Change privacy settings