Europee 2019, Brandi e Coghe: «Ecco i candidati per la vita e la famiglia» - La Verità
Home
In primo piano

Europee 2019, Brandi e Coghe: «Ecco i candidati per la vita e la famiglia»

notizieprovita.it

«Abbiamo chiesto un impegno solenne e concreto ai candidati delle prossime Europee 2019 sottoponendo alla loro attenzione il nostro Manifesto per la Vita e la Famiglia. E diversi candidati al Parlamento Europeo hanno promesso di rispettare quattro punti fermi nella loro azione politica per cambiare rotta, per cambiare il vento in Europa», hanno annunciato Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vicepresidente di Pro Vita & Famiglia e del Congresso delle famiglie di Verona che hanno scelto la Giornata internazionale della Famiglia per l'annuncio.

«Nel nostro Manifesto abbiamo proposto», hanno poi aggiunto Brandi e Coghe, «di contrastare in ogni modo la legalizzazione, la diffusione e l'agevolazione della pratica dell'utero in affitto, di far rispettare a ogni livello l'art 26/3 della Dudu perché i genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli, di contrastare seriamente la sessualizzazione precoce dei bambini e degli adolescenti e di promuovere a livello comunitario l'istituzione di uno specifico fondo 'salva-famiglia' per la natalità e i nuclei familiari numerosi e/o in difficoltà con modalità e procedure comuni negli Stati membri».

Per scoprire chi sono e per quali partiti corrono, rimandiamo alla pagina del nostro sito www.notizieprovita.it/candidati dove potrete conoscerli e vederli in una foto col nostro Manifesto sottoscritto.

In primo piano

Il Giappone è pronto a far di tutto per bloccare l'unificazione delle due Coree

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Si intensificano le tensioni commerciali tra il Paese nipponico e la Corea del Sud. All'inizio di luglio, Tokyo ha annunciato di voler limitare l'export verso Seul di alcuni materiali chimici necessari per la produzione di semiconduttori e schermi piatti: componenti fondamentali per la realizzazione degli smartphone e di ulteriori prodotti ad alta tecnologia. Una mossa che, nel lungo termine, potrebbe comportare effetti pesanti per il sistema economico sudcoreano. Il costo dei chip di memoria è aumentato quasi del 12% nell'ultima settimana: si tratta dell'incremento maggiore, registrato dal 2017.

In primo piano

Dagostino contraddice i Renzi. E le consulenze non saltano fuori

Ansa

Ultime udienze del processo ai genitori di Matteo per le due presunte false fatture da 195.200 euro. Sentenza prevista il 7 ottobre. L'imprenditore: «Erano papà e mamma del premier. Ho subito la sudditanza psicologica».
In primo piano

Accettiamo migranti solo se hanno un lavoro

Ansa

Per poter parlare di integrazione bisogna controllare i flussi, non cedere al ricatto dell'accoglienza senza limiti. Nel nostro Paese deve poter entrare esclusivamente chi ha già firmato un contratto e occupa posti per cui è impossibile trovare italiani qualificati.
In primo piano

L’indagata di Bibbiano faceva campagna per il «corso gender» nelle scuole emiliane

Facebook

  • Fadia Bassmaji, protagonista dell'inchiesta di Reggio Emilia, promuoveva il progetto pro Lgbt «W l'amore» per i ragazzini.
  • La dem Roberta Mori era una presenza costante agli incontri organizzati dal giro della Val d'Enza. Sia che si trattasse di attività rivolte a bambini e adolescenti, sia che fossero in gioco temi arcobaleno.
  • Sul settimanale, lo psichiatra Luigi Cancrini, socio Cismai, minimizza i fatti di Bibbiano Peccato che abbia partecipato a numerosi convegni assieme al capo di Hansel e Gretel.
  • A indagare sulla gestione dei minorenni sono stati chiamati solo esperti «interni».

Lo speciale contiene quattro articoli

In primo piano

Huawei punta 3 miliardi sul Paese

Ansa

Dopo l'inasprimento del golden power sul 5G, la società cinese vuole ingolosire il governo gialloblù con investimenti per 3.000 posti di lavoro lungo la Penisola.
In primo piano

La droga «leggera» aumenta suicidi e psicosi

iStock

  • Un nuovo studio pubblicato su «Jama Psychiatry» dimostra che chi fuma marijuana da adolescente ha maggiori probabilità di soffrire di depressione e di togliersi la vita in età adulta. È l'ennesima conferma che non esistono stupefacenti innocui.
  • Così un cavillo della sentenza della Cassazione «salva» pure lo smercio a domicilio.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Il reparto ospedaliero? È chiuso per ferie

iStock

A causa della carenza di personale, il sistema dei turni in molte strutture rischia di saltare in concomitanza con le vacanze di medici e infermieri. E, quando non si può più garantire l'assistenza prevista, si ferma temporaneamente l'unità operativa.