Ecco perché oggi non possiamo dirci liberi - La Verità
Home
In primo piano

Ecco perché oggi non possiamo dirci liberi

iStock

Non esiste la libertà senza la verità. E ormai dire la verità è diventato rivoluzionario: il politicamente corretto ci ha resi schiavi. Chi lo infrange non finisce più in cella come nei regimi di una volta, ma viene posto ai margini della società, umiliato e isolato.
In primo piano

Riscopriamo il lato segreto della banalità

Wikicommons

Inizia oggi la serie dello scrittore Paolo Nori dedicata all'«infra-ordinario»: un modo per interrogarci su cosa si nasconde dietro gesti che consideriamo ripetitivi e scontati. Invece, anche la tecnica con cui affettiamo l'arrosto può custodire una storia unica.
In primo piano

La campagna assurda contro l’odio finirà per distruggere l’ebraismo

iStock

La sedicente lotta al razzismo può paralizzare la difesa da un'immigrazione violentemente antisemita. Dove leggi di questo tipo esistono già, come in Svezia e in Francia, la catastrofe per i cittadini ebrei è totale.
In primo piano

I «200 insulti»? Non erano al giorno e non erano tutti contro la Segre

Getty Images

  • Termometro politico esamina i dati dell'osservatorio antisemitismo. Risultato: i «numeri dell'odio» sono molto diversi da come Repubblica li ha presentati. E riguardano pure l'islam.
  • Italia Viva vuol portare in Rai Rubio lo chef che odia Israele. Il cuoco anti Salvini lascia Discovery. Il renziano Michele Anzaldi: «Dategli un programma». Definì i cittadini dello Stato ebraico «esseri immondi», ma alla sinistra non importa.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

La guerra all’odio cominci da quello islamico

iStock

Il razzismo progressista che ha fatto perdere alla sinistra il voto degli operai acceca anche i fautori della commissione Segre. Si ergono a vigilantes anti intolleranza, ma nascondono proprio la sua forma più pericolosa: l'antisemitismo dei musulmani.
In primo piano

La sinistra è in panico da elezioni. Per scongiurarle si aggrappa a Grillo

Ansa

Repubblica lo tira per la giacchetta: «Serve la saggezza del comico» per liquidare Luigi Di Maio dal M5s e rimpiazzare Giuseppe Conte con un premier dem (Nicola Zingaretti?) con l'ok di Matteo Renzi, al fine di tenere le urne ben chiuse.
In primo piano

L’ideologo gender confessa: «Mi sono inventato tutto»

YouTube

  • Il docente canadese Christopher Dummitt fa autocritica: «Mi vergogno dei miei libri sugli studi di genere, avevo torto. Maschi e femmine non sono solo costrutti sociali».
  • Alessandro Strumia stampa le tesi «sessiste». Il fisico era stato cacciato dal Cern dopo che aveva negato, dati alla mano, le disparità di genere nella scienza. La sua ricerca uscirà sulla rivista fondata dall'editore del Mit.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

La tenerezza e l’orgoglio. Una lezione della Fallaci alle femministe bellicose

Ansa

Esce l'antologia che raccoglie i testi di Oriana sulla condizione delle donne. Una difesa dei diritti che non lascia spazio all'ideologia contro i maschi e la vita.
In primo piano

Il controllo delle nascite cancella il futuro

IStock

Le teorie malthusiane sono diventate il verbo universale nel 1968, influenzando anche la Cina e la sua politica del figlio unico. Poi, il movimento di liberazione femminista, insegnando alle donne a evitare gravidanze «indesiderate», ci ha resi tutti più miseri.
In primo piano

De Luca ha nostalgia di Lotta continua e vorrebbe i leghisti in cura psichiatrica

Ansa

A processo da No Tav per istigazione a delinquere, lo scrittore invocava il libero pensiero. Ora chiede il Tso per chi vota Matteo Salvini.