Dopo Siri prosegue la strategia anti Lega. Prima il «Corriere» e ora «L'Espresso»

La scorsa settimana è toccato al Corriere della Sera "anticipare" una frase contro Armando Siri (l'ormai famosa ci è costato 30.000 euro) che non risulta in questa formulazione agli atti. Ora è L'Epresso ad alzare nuove accuse: «più di 3 milioni di euro sarebbero spariti dalle casse della Lega per Salvini Premier, della Lega Nord e delle societa' da essi controllate, da Pontida Fin a Radio Padania». E aggiunge: «I commercialisti non rispondono alle nostre domande». Ma il tesoriere Giulio Centemero ribatte punto per punto: «Accuse false. I versamenti sono tutti giustificati e seguono la logica della gestione in outsourcing. Risparmi del 70% rispetto a prima».

Continua a leggere Riduci
Ansa
Delegazione unica al Colle. Per non far scappare i partitini, comunicato morbido sulle nuove elezioni: «Pronti a sostenere azioni a favore degli italiani, a partire dai ristori e dal blocco delle cartelle esattoriali». Giorgia Meloni, però, spinge sempre sulle urne
Matteo Del Fante (Ansa)
Occhi puntati su Cdp e Poste. I renziani guardano a Ferrovie e rete unica. E in estate andrà rinnovato il cda della Rai.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings