Dialoghi Testardi | La Costituzione: viva o morta?

Il vicepresidente della Corte costituzionale commenta con Dialoghi testardi due brani di Antonin Scalia, storico giudice della Corte suprema americana e uno tra i massimi giuristi del Ventesimo secolo. Grande esponente del pensiero giuridico testualista, e pugnace avversario del giudice-legislatore, Scalia contesta l’idea secondo cui le Costituzioni debbano essere testi “vivi”, ovvero strumenti politici di assorbimento e indirizzo progressivo dei mutamenti sociali. Viceversa, considera la Carta come custode di regole che devono essere conservate nel tempo, preoccupandosi della loro corretta applicazione. Profondo conoscitore della traccia giuridica impressa da Scalia nell’ordinamento e nel pensiero non solo americano, Zanon tratteggia i cardini dell’originalismo, e – forte di nove anni di lavoro alla Consulta – affronta anche l’applicazione pratica e i rischi della via italiana al «living constitutionalism», a cominciare dal cosiddetto «caso Cappato».

Stop a Emiliano che scheda gli studenti non vaccinati
Michele Emiliano (Ansa)

La Regione governata dal dem, contrario all’autonomia differenziata ma favorevole alla propria, pretende, per l’iscrizione a qualsiasi scuola, la certificazione sull’anti papilloma (non obbligatorio). Il ministero dice no.

I sicari ora lo elogiano ma Biden lascia macerie
Joe Biden (Ansa)
I big del partito che l’hanno fatto fuori ora si sperticano in lodi e lo elogiano come grande statista. In realtà ha sbagliato tutto in politica estera, come dimostrano Ucraina, Taiwan e il rafforzamento di Teheran. E le sue scelte hanno danneggiato i Paesi alleati.
Contro le zecche riecco gli open day
Ansa
Per una manciata di casi di meningoencefalite, l’Alto Adige chiama a raccolta persino i bimbi. Il farmaco per le punture è prodotto da Pfizer e ha un sfilza di controindicazioni.
Non c’è pace su Crt. Palenzona indagato per corruzione di un consigliere
Fabrizio Palenzona (Imagoeconomica)
Avviso di garanzia sul presunto patto occulto: l’ex numero uno della Fondazione avrebbe sollecitato le dimissioni di Corrado Bonadeo.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Preferenze Privacy