Cybersecurity, difesa dei dati: Confindustria e Generali si alleano

Cybersecurity, difesa dei dati: Confindustria e Generali si alleano

Accordo tra Confindustria e Generali per la promozione della cyber security

L’emergenza legata alla pandemia Covid-19 ha accelerato i processi di trasformazione digitale delle aziende per garantire la business continuity e agevolare il lavoro da remoto. Un processo che ha visto aumentare la domanda di tutti i servizi digitali e conseguentemente ha reso necessaria una rapida implementazione di protezione dai rischi di cyber security. A fronte dell’aumento di truffe e fake news, è stata aumentata la sicurezza di tutto l’ecosistema informatico, personale e aziendale, anche a livello strutturale. In questo contesto è diventata necessaria un’adeguata conoscenza dei rischi da parte delle imprese unita a programmi di protezione del patrimonio digitale dei dati. Proprio per sostenere queste necessità Confindustria e Generali Italia hanno firmato un accordo triennale con l’obiettivo di promuovere, valorizzare e diffondere tra le imprese la protezione dai rischi di cyber security.

Continua a leggereRiduci
Ogni anno nel mondo 85 miliardi di fondi, pubblici e privati, destinati alla ricerca finiscono sprecati, anche a causa della mancata trasparenza di istituti e fondazioni che conducono sperimentazioni cliniche, ma si guardano bene dal pubblicarne i risultati. L’associazione Transparimed denuncia: circa 5.500 trial e studi poco trasparenti. Di questi più di 1.200 in Italia. E l’Aifa?

Lo speciale contiene quattro articoli.

Kristinne Grigoryan, garante armena dei diritti umani, ha verificato l'autenticità del video e ha confermato che è stato registrato il 13 settembre.

«Il vero leader del Pd è la Ferragni»
Vittorio Sgarbi (Ansa)
Il critico d’arte Vittorio Sgarbi: «La sinistra fluida ha scambiato i diritti sociali con quelli civili. Il governo dei Migliori inizia ora e più tecnici avrà meglio è. Per rimediare ai disastri di Dario Franceschini adesso serve il ministero del Patrimonio».
«Meloni al governo? Ecco cosa insegna il modello Marche»
Francesco Acquaroli (Ansa)
Il presidente Fdi, Francesco Acquaroli, concede una delle sue rare interviste politiche: «In due anni abbiamo fatto più cose noi che la sinistra in cinque».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings