Conte pensa a un rinvio delle nomine per cambiarle in autunno

True

Spostare per decreto le assemblee delle nostre partecipate statali che hanno i vertici in scadenza potrebbe non piacere al mercato. L'ipotesi di posticipare il calendario è gradita soprattutto ai 5 Stelle che vogliono due delle cinque poltrone pesanti delle aziende di Stato, lasciando le altre tre, due al Pd di Nicola Zingaretti e una a Matteo Renzi.

Luca Barbareschi (Getty images)
L'attore e regista: «Un pugno di multinazionali decidono di cosa si nutrono le menti di miliardi di persone. E noi, nonostante il nostro patrimonio culturale, siamo succubi. La Rai può ribellarsi producendo più contenuti nazionali da vendere. Ma Draghi deve decidersi»
Daniele Franco (Ansa)
La misura, a cui il M5s non vuole rinunciare, probabilmente non rientrerà nel Sostegni bis. E la discussione sull’Irpef, iniziata ieri nelle commissioni riunite, creerà nuove tensioni. Domani il Consiglio dei ministri
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings