Ritenere Berlusconi finito è un tragico errore: tornerà solo più arrabbiato

Matteo Salvini, il duce della Lega, ha commesso un tragico errore nel prendere a calci il primo dei suoi alleati, l'astuto Silvio Berlusconi. Potrà anche attrarre nella propria orbita qualche sezione di Forza Italia, ma ha scatenato contro di sé un signore che era meglio rimanesse al suo fianco. Sottovalutando non soltanto le infinite risorse finanziarie del Cavaliere, ma soprattutto la sua rapidità nel reagire ai torti veri o presunti che ritiene di aver subito. Ne so qualcosa anch'io e non da ieri.

Ansa
A San Siro l'Atalanta strapazza 3-0 Ibra e compagni. La Dea sfoggia bel gioco e un Josip Ilicic tornato immarcabile. Antonio Conte manca l'aggancio in vetta: nel diluvio di Udine finisce 0-0, il mister litiga con l'arbitro e viene espulso.
iStock
Era un pessimista piagnucoloso e sprezzante. Era malato di tubercolosi ossea: la sua statura si fermò a 142 cm con due grosse gibbosità nella parte anteriore e posteriore del torace. Il suo aspetto lo portava a non curarsi della propria igiene e quindi puzzava.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings