L’Agenda Draghi è l’almanacco degli errori

L’Agenda Draghi è l’almanacco degli errori
Mario Draghi (Imagoeconomica)
I centrini post Dc si accapigliano per raccogliere l’eredità del governo di Mr Bce: ovvero debiti, promesse mancate e mancette. Per risollevare il Paese servono invece riforme radicali su lavoro, energia e fisco. La moderazione non ha portato alcun risultato.
Colpo di coda di Speranza sulle mascherine
Roberto Speranza (Getty images)
Il dicastero annuncia un’ordinanza in extremis per prorogare di un mese l’obbligo di Ffp2 in Rsa e ospedali: giusto il tempo che Giorgia Meloni entri a Palazzo Chigi. Esulta Massimo Galli, ma persino la Gimbe ammette: «Sulle libertà personali il centrodestra ha ragione».
Stop al carcere speciale per il boia Battisti
Cesare Battisti (Ansa)
Si attenua il regime per il sicario ergastolano dei Pac, che può così tornare tra i detenuti comuni. Attacco frontale di Fratelli d’Italia: «Un’aberrazione, è l’ultimo soccorso al terrorista rosso». I parenti delle vittime: «Temiamo che prima o poi ce lo ritroveremo fuori».
Putin oggi firma per le annessioni. La Finlandia taglia i ponti con Mosca
Vladimir Putin (Ansa)
Il Cremlino procede con il suo piano: dopo i referendum, verrà ratificato il passaggio alla Federazione russa dei territori ucraini occupati. Il governo insegue chi fugge dal fronte, Helsinki chiude le frontiere.
L’isteria sul fascismo affossa il Made in Italy
Enrico Letta (Getty images)
La propaganda, anche dei media stranieri, contro il prossimo governo si ripercuote sulle nostre eccellenze. Il pregiudizio politico degli acquirenti americani ed europei ha già fatto perdere oltre 2 miliardi al vino italiano. E l’export agroalimentare si è bloccato.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings