A Roma affisso il più grande manifesto contro aborto

A Roma affisso il più grande manifesto contro aborto

Questa mattina, a Roma in via Tiburtina, è stato affisso il più grande manifesto pro life d'Italia (250 metri quadri), che ha come protagonista Michelino a 11 settimane dal concepimento e lo slogan: «Cara Greta se vuoi salvare il pianeta, salviamo i cuccioli d'uomo. #Scelgolavita». A spiegare il cartellone dell'associazione Pro Vita e Famiglia sono direttamente Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente anche del Congresso mondiale delle famiglie, sottolineando come l'affissione arrivi poco dopo la vittoria di Pro Vita davanti al Tar in merito ai manifesti anti-aborto che il sindaco di Magione aveva fatto rimuovere con delle assurde motivazioni e in violazione dell'articolo 21 della Costituzione. «Noi scegliamo Michelino, ci battiamo per la vita di tutti, senza discriminazioni in base all'età o alla fase di sviluppo. Non ci fermeranno» hanno concluso Brandi e Coghe che saranno presenti all'appuntamento del mondo pro life del 18 maggio, la Marcia per la Vita, che partirà da Piazza della Repubblica alle ore 14.

In un bosco è ancora possibile godersi il tempo senza secondi fini
iStock
Alberi, piante e prati oggi sono inflazionati: ci si ambientano romanzi e se ne fa addirittura occasione di guadagno. Ma se iniziamo a vagare nel verde privi di meta ritroveremo i nostri pensieri di ragazzi.
«Con il ddl Capitali le pmi in Borsa, un anno per limarlo»
Dario Damiani (Ansa)
Il relatore forzista Dario Damiani: «Critiche ad alcune norme? Il governo può intervenire. Finanza insegnata nelle scuole come educazione civica».
Eredità degli Agnelli. Jaki segna un punto ma l’inchiesta può andare avanti
John Elkann (Ansa)
Il Riesame impone la restituzione di parte degli atti sequestrati. Scelta che rafforza l’ipotesi di frode fiscale e apre nuovi scenari.
La Russia fa piovere droni sull’Ucraina. Lavrov: «I negoziati? Sono fermi dal 2022»
Ansa
  • Velivoli senza pilota fanno sette morti a Odessa. Volodymyr Zelensky: «Ora serve lo scudo aereo». E contrattacca: colpita San Pietroburgo.
  • Antonio Tajani ha definito l'accordo Roma Kiev «non vincolante»: la ratifica sarebbe superflua. Una tesi discutibile.

Lo speciale contiene due articoli.

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings