«A Lampedusa si rischia la bomba infettiva»

«A Lampedusa si rischia la bomba infettiva»
Ruggero Razza, assessore alla Sanità della Regione Sicilia (Ansa)
  • Ruggero Razza, assessore alla Sanità della Regione Sicilia: «L'hotspot dell'isola è al collasso. Contagiati e sani convivono negli stessi spazi. No alla costruzione di una nuova tendopoli da 400 posti nelle campagne. Volevano realizzarla pure quelli di Mafia capitale».
  • Situazioni critiche in Abruzzo, Sardegna e in una zona rossa in Friuli Venezia Giulia.

Lo speciale contiene due articoli.

Quando le «brigate rosse giapponesi» colpirono in Italia
Napoli: il luogo dell'attentato dell'aprile 1988. Nel riquadro la terrorista rossa giapponese Fusako Shigenobu (Ansa)

Nata nelle università nipponiche nel 1969, l' «Armata rossa giapponese» fu protagonista di attentati e dirottamenti. Alleato del terrorismo arabo, nell'aprile 1988 il gruppo fece esplodere un'autobomba a Napoli facendo cinque morti. Ebbe come leader una donna.

Pecorino. L’«italcacio» che sfida a casa sua il Parmigiano reggiano
iStock
È tra i prodotti caseari nostrani maggiormente apprezzati. Le qualità più note arrivano da Toscana, Lazio e Sardegna, ma c’è una Pat perfino sull’Appennino emiliano. Ricco di calcio e fosforo, è un’alternativa alla carne.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Sentenza Milan

Storie di sport
Trending Topics
Change privacy settings