In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Change privacy settings

Viaggi con meditazione di lusso: 3.000 euro per fare yoga a Barbados

True
  • Trecento milioni di persone praticano yoga in giro per il mondo. A Barbados esistono resort specializzati nella disciplina e ritiri di meditazione organizzati che possono costare fino a 4.000 euro a persona.
  • Cinque spiagge da non perdere. Da Bottom Bay, delimitata dalla barriera corallina, a Gibbes beach una delle più tranquille in cui la sabbia si tinge d'oro.
  • Nomad in pink: da Milano a New York, il centro di ritiro al femminile dove surfare e meditare tutto l'anno.
  • La terapia della natura: oli vegetali e tecniche di rilassamento per ripristinare l'equilibrio della mente.

Lo speciale comprende sei articoli e gallery fotografiche.

Le cinque spiagge da non perdere

Barbados vanta circa 60 spiagge diverse. Mare cristallino e sabbia bianchissima caratterizzano la costa di quest'isola dove il clima è mite tutto l'anno e i turisti sono sempre più numerosi. Ma quali spiagge visitare durante la vostra vacanza? Ecco le cinque migliori.

Accra Beach
Una delle spiagge più popolari dell'isola perché facile da raggiungere e ben attrezzata per le famiglie. C'è una piscina naturale delimitata da rocce perfetta per i bambini, mentre gli amanti del surf possono sfidare le onde. La spiaggia è inoltre arricchita da tanti piccoli chioschi dove comprare qualcosa da mangiare o un piccolo souvenir fatto a mano. Provate una delle torte di pesce in vendita per assaporare una delle tante specialità culinarie di Barbados.

Bottom Bay
Una delle spiagge più suggestive di Barbados, Bottom Bay è delimitata dalla barriera corallina e circondata da alte e rigogliose palme. Se decidete di passare una giornata qui potreste trovarvi a fare un bagno con le tartarughe o le balene. Anche se questo luogo è molto popolare per i picnic, le grandi onde e le rocche che caratterizzano la zona la rendono sconsigliabile ai più piccoli o ai nuotatori inesperti.

Crane Beach
Una spiaggia unica, dove la sabbia assume tante sfumature di rosa. Sebbene le grandi onde rendano impossibile la tradizionale balneazione sono tantissimi gli amanti del surf che la definiscono il loro luogo preferito.

Enterprise Beach
Questa spiaggia, conosciuta anche come Miami Beach, è una delle più amate dai turisti e dai locals. Situato a sud dell'isola, questo luogo è frequentatissimo ogni giorno, dal mattino presto fino al tramonto. Perfetta per nuotare o fare una passeggiata, Enterprise Beach è molto amata dalle famiglie.

Gibbes Beach
Una delle spiagge più tranquille di Barbados dove la sabbia assume sfumature dorate. Trecento metri dove rilassarsi e fare il bagno in completa solitudine. L'acqua è calma anche se il fondo è leggermente roccioso. Perfetta per chi cerca il relax più assoluto, ma attenzione: a Gibbes Beach non ci sono ristoranti a bar quindi preparatevi per tempo.

Mariella Baroli

Come arrivare

A oggi non esiste ancora un collegamento diretto tra l'Italia e Barbados. Da oggi, tuttavia, l'isola è un po' più vicina all'Europa grazie a Lufthansa che sta espandendo la propria offerta turistica di lungo raggio e ha offerto il primo volo non-stop da Francoforte verso Barbados. Con il nuovo orario invernale, il volo LH5432 parte alle 10 e arriva sull'isola alle 14.45, dando ai passeggeri il tempo di vivere la spiaggia fin dal loro primo giorno. Il percorso è servito da Airbus A330-200, con 310 posti. Da qualsiasi aeroporto principale in Italia, i turisti possono utilizzare l'ampia rete Lufthansa verso Barbados, inviando il bagaglio direttamente.I voli possono essere prenotati fin da ora tramite lufthansa.com, con il centro di assistenza Lufthansa o i partner delle agenzie di viaggi Lufthansa.

Sono molteplici i tour operator (Best Tours, Hotelplan, Viaggidea, Gastaldi, etc) e le compagnie aeree che operano in tutto il mondo e che permettono anche agli italiani di raggiungere il mare caraibico.

Uno dei mezzi preferiti per visitare l'area è quella di inserirla all'interno di una crociera. Costa, Disney cruise line, Royal Caribbean, Carnival, sono solo alcuni dei vettori che offrono viaggi organizzati via mare verso l'isola.


Visti e formalità

Per visitare Barbados è necessario essere in possesso di un passaporto in corso di validità e del biglietto aereo di andata e ritorno.

Il visto è richiesto solo per soggiorni di durata superiore a 90 giorni.

Non sono necessarie vaccinazioni, con l'esclusione di quella contro la febbre gialla per i viaggiatori provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia (con esclusione di Guyana e Trinidad e Tobago) nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell'aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

A tutti i viaggiatori in entrata vengono prese le impronte digitali. Gli animali domestici devono essere sottoposti ad una prassi, con il rilascio di certificati sia dal Paese d'origine che da Barbados, e l'arrivo deve essere annunciato almeno tre giorni prima.

La corrente elettrica è a 110V e le prese sono di tipo americano. Per questo motivo è necessario dotarsi di adattatori.

Il periodo di maggior affluenza va da metà dicembre a metà aprile, ma il clima è caldo durante tutto l'anno. Anche se la stagione degli uragani va da giugno a ottobre, le tempeste tropicali sono rare.

Durante il viaggio il consiglio è di disattivare il traffico dati del proprio cellulare e affidarsi a pocket wifi per effettuare chiamate o navigare in internet. Il noleggio di questi dispositivi può essere effettuato anche dall'Italia con Skyroam. La sim virtuale collega fino a 5 dispositivi con rete 4g Lte e il noleggio del dispositivo parte da 7.95 euro al giorno. Tre i piani dati disponibili: pass di 24 ore con dati illimitati (1 pass giornaliero costa 8 euro) o usufruire della tariffa mensile (1 mese costa 80 euro). Una terza possibilità è il piano "pay-as-you-go" (GoData), che permette di acquistare 1 GB di dati per 8 euro, offrendo così più flessibilità. Il dispositivo Solis, piccolo e leggero, è il compagno di viaggio ideale: al suo interno comprende anche un comodo power bank da 6000 mAh per ricaricare i dispositivi in mobilità attraverso USB Type-C: tale batteria consente al dispositivo stesso una durata di circa 16 ore.

Nomad in pink: da Milano a Barbados passando per New York, il retreat al femminile dove surfare tutto l'anno

La cultura in Italia, le ossa a New York City, il sogno a Barbados.

Per saltare dalla frenesia di un set fotografico di Steven Meisel, quella del floor del New York Stock Exchange al paradiso dell'ultima delle Piccole Antille, non basta il coraggio. Dna milanese, due spiriti liberi, intraprendenti e determinate tanto da aver conquistato - a poco più di trent'anni - posizioni di rilievo nella moda e nel giornalismo finanziario. La nuova vita di Aurora Deidda e Silvia Berzoni - le due nomadi in rosa - riparte da Barbados, da un'avventura imprenditoriale che ha un obiettivo semplice: aprire una porta ai sogni schiacciati dalla frenesia metropolitana.

L'amicizia stretta su un marciapiede brulicante di New York, la scoperta del surf, la condivisione di una ricerca interiore che trova pace nell'acqua salata. Nomadinpink e' innanzitutto una passione che trasforma il lusso di un hobby in un'esperienza in grado di cambiare la vita.

Si parte dai luxury retreat - il primo prenderà vita a febbraio 2020 - fino al "surf Shack" olistico, una vera e propria oasi di incontro per surfisti. Il retreat è il primo nel suo genere sull'isola: villa con vista mozzafiato sul mar dei Caraibi, due ore al giorno di surf tra tartarughe e onde paradisiache, la sessione "restorative" di yoga sotto il cielo rosso fuoco, il tutto condito dalla miscela unica e accattivante del cibo bajan.

Cinque giorni per coltivare il proprio corpo e la propria anima con due teacher di eccellenza: l'ex campione di surf e leggenda dell'isola Alan Burke e il ricercatissimo "yoginis" newyorkese Ahmed Soliman. Non solo. L'esuberate cultura caraibica, il suo ritmo tropicale fatto di rasta, balli africani e rum, le coste mozzafiato dell'Est e le falesie selvagge in cui perdersi.

Nomadinpink è più di un viaggio. È un'esperienza di libertà, di empowerment, di condivisione spirituale e consapevolezza di sé: «L'oceano è così magnifico e impressionante che dopo tanta fatica, dopo aver vinto la paura, chi ci può fermare?».

Andate a cercarle, naturalmente a piedi nudi @nomadinpinkbarbados.

La terapia della natura: oli vegetali e tecniche di rilassamento per ripristinare l'equilibrio della mente

Fare yoga in riva al mare, imparare a fare surf o tra le tartarughe marine. Queste sono solo alcune delle esperienze che si possono vivere a Barbados, dodici mesi all'anno.

Grazie al clima caldo tutto l'anno, Barbados è uno dei luoghi perfetti per prendersi cura della propria mente, del proprio corpo e soprattutto della propria anima grazie al tocco caldo delle sabbie bianche sotto i piedi e una dolce brezza tropicale che gioca con i capelli. Le spiagge orlate di palme, cocktail di punch alla frutta, mari sgargianti e bande di tamburi d'acciaio sono sicuri di alleviare le preoccupazioni durante le proprie vacanze a Barbados. E che dire dello spettacolo del sole che scivola nel mare? Un vero e proprio miracolo della natura che incendia il cielo di rosso e accompagna i visitatori verso la notte.

Presso gli Ocean Spray apartments, villette singole situate sul mare con spiaggia privata e vista mozzafiato sull'oceano, sono uno dei luoghi preferiti da chi vuole evitare strutture e villaggi e concedersi relax e riposo con la propria famiglia. Appartamenti con una, due o tre stanze e studio su più piani sono solo alcune delle opzioni offerte dalla struttura.

Su www.visitbarbados.org, il sito dell'Ente del Turismo dell'isola, sono raccolte alcune delle opzioni offerte da Barbados per chi cerca una vacanza di puro relax. Tra questi, ruolo fondamentale è ricoperto dalla terapia della natura. Prenotate un centro naturopatico per il benessere e lasciate che lo stress abbandoni il vostro corpo. Le tiepide brezze marine e il meraviglioso sole dei Caraibi fungono da terapia in sé stessi, ma la comprensione di quanto sia importante una buona salute ha portato allo sviluppo di una vasta gamma di centri olistici di guarigione naturale. Alcuni di questi centri benessere sono stati istituiti per molti anni e offrono una combinazione di tecniche tradizionali e ingredienti naturali che li circondano. L'uso di oli vegetali, ad esempio, svolge un ruolo fantastico nel contribuire a ripristinare l'equilibrio della mente, del corpo e dello spirito del cliente.

L'aria pulita e la mancanza di inquinamento industriale hanno contribuito a creare l'ultimo ambiente salutare nel cuore dei Caraibi. La reputazione che Barbados ha come centro per il benessere risale al 1751, quando non meno una persona di George Washington si recò in quel luogo cercando un trattamento per il fratellastro malato. Le cliniche e centri di terapia sull'isola offrono servizi di salute olistica che includono agopuntura, riflessologia, yoga, reiki e molto altro ancora. Strutture come il Natural Medical Center, Natural Energy Center e molti altri offre terapie di massaggio lenitive che utilizzano oli naturali e altri elementi.

Mariella Baroli