Sterco su banchetto prolife, Pro Vita e Famiglia: «Avvertimento mafioso»

Sterco su banchetto prolife, Pro Vita e Famiglia: «Avvertimento mafioso»

«Chiediamo ai buonissimi e angelici progressisti, come la Cirinnà, Boldrini, Zan & compagni, se è normale imbrattare con sterco il banchetto di ProVita & Famiglia che sostiene il diritto universale alla Vita di ogni bambino, durante la giornata nazionale per la Vita, tra l'altro allestito con un'immagine dolcissima di un neonato? Condannerete questa vergognosa azione? Questa non è solo inciviltà. E' molto di più. E' un avvertimento mafioso che nega non solo la democrazia, la libertà di pensiero e di opinione ma proprio il diritto a esistere" ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita e Famiglia onlus dopo i gravi fatti accaduti ieri a Caravaggio in provincia di Bergamo.

«Non perderemo né il coraggio di denunciare tali oscenità, nè quello di ribadire che sopprimere un bambino nel grembo della mamma è uccidere una persona umana. Se fosse accaduto a parti inverse tra l'altro, lo avreste saputo tutti, grazie ai telegiornali e ai media asserviti al pensiero unico. Invece noi ci troviamo da soli a fronteggiare ogni giorno imbrattamenti sui nostri manifesti, insulti, attacchi ai nostri camion vela e ogni genere di aggressioni. Non facciamo parte di nessuna lobby forte perciò la 'prolifefobia' non ha l'appeal mediatico dell'omotransfobia". Ma noi non molleremo» ha continuato e concluso Jacopo Coghe, vice presidente di Pro Vita e Famiglia.

Beccati gli anarchici che devastarono Torino
Alfredo Cospito (Ansa)
Identificati i facinorosi solidali con Alfredo Cospito che nel marzo 2023 trasformarono la città piemontese in un campo di battaglia e ferirono diversi agenti. Indagati 75 manifestanti ed eseguite 19 misure cautelari, tra cui domiciliari e divieti di dimora.
Mattarella irrompe nel voto europeo facendo da sponsor a Mr. Bce e Pd
Sergio Mattarella (Imagoeconomica)
Il Colle invita ad andare alle urne: «Servono riforme coraggiose» Cioè quelle care a sinistra: Mes, Difesa comune e stop unanimità.
Emiliano alle corde rischia la sfiducia. I pm pronti a convocarlo in Procura
Michele Emiliano (imagoeconomica)
Michele Laforgia, candidato grillino a Bari ed ex legale di Alfonso Pisicchio, conferma il nostro scoop sul Whatsapp del governatore. Che adesso può andare al tappeto con una maggioranza traballante.
Tridico cerca un «reddito» nell’Ue. Fratoianni punta su Leoluca Orlando
Pasquale Tridico (Imagoeconomica)
Partiti a caccia di «figurine». Dopo IlariaSalis, Avs ora vuole l’ex sindaco di Palermo.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings