Siamo nelle mani di un pugno di dilettanti allo sbaraglio

Ciò che pensiamo di Giuseppe Conte lo abbiamo già scritto, raccontando la totale inadeguatezza del premier a fronteggiare un'epidemia che rischia di mettere in ginocchio il Paese. Tuttavia, a non essere all'altezza del momento non è solo il presidente del Consiglio, ma anche alcuni dei suoi ministri.

Da domani, coprifuoco alle 23 (poi abolito in tre Regioni bianche): scatterà dalle 24 il 7 giugno, sparirà dappertutto il 21. Addio all'Rt, sostituito dal tasso di saturazione dei nosocomi. Ok a ristoranti al chiuso pure a cena, cerimonie e centri commerciali nei weekend
Ansa

Siccome gli sbarchi dei migranti sono in aumento (dall'inizio di maggio sono arrivate oltre 4.000 persone), al Viminale hanno rispolverato due vecchi piani di emergenza, che già nel passato non sono serviti a nulla, se non a incentivare gli arrivi. Il primo consiste nelle navi quarantena, un modo per stipare i profughi e nasconderli agli occhi delle telecamere, provvedendo lentamente poi a rilasciarli sul territorio nazionale senza che nessuno se ne accorga.

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings