Si può ribaltare l’Ue. Ecco come usare la scheda elettorale (e non sbagliare) - La Verità
Home
In primo piano

Si può ribaltare l’Ue. Ecco come usare la scheda elettorale (e non sbagliare)

Attenzione, alle europee vige il proporzionale puro. La soglia di sbarramento è al 4%. Il trabocchetto delle preferenze «rosa».
In primo piano

La sòla del Colle si chiama governo Ursula

Ansa

Per impedire le elezioni a ottobre, il Quirinale sta pensando di benedire anche in Italia l'alleanza contro natura tra Pd, Fi e M5s che ha consentito di eleggere la von der Leyen alla Commissione Ue. Un «cordone sanitario» anti sovranista prono a Bruxelles.
In primo piano

Piano per sfidare l’Ue sul deficit assieme a industria e sindacati

Ansa

Il vicepremier punta all'ok delle parti sociali: sforbiciate al fisco e spesa per investimenti. Questo consenso sarà utile a Bruxelles.
In primo piano

Salvini svela la lista dei candidati Ue. In cima spunta il nome di Garavaglia

Ansa

  • Ieri faccia a faccia tra Ursula von der Leyen e Giuseppe Conte, che ha ribadito: «A noi un portafoglio economico di peso». Per la Concorrenza la Lega spinge il vice di Giovanni Tria. Se ci toccasse l'Agricoltura, Gian Marco Centinaio. Giancarlo Giorgetti in stand by.
  • Di Maio replica al leader leghista che aveva criticato, per l'ennesima volta, l'operato dei ministri M5s e minacciato la crisi. Affondo sulla flat tax: «Coperture? Un mistero».

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

La von der Leyen già dice che monitorerà l'Italia, ma siamo noi che controlleremo la nuova presidente della Commissione Ue

In primo piano

Lega e grillini si spaccano in Europa. Ursula presidente con i voti del M5s

Ansa

  • La tedesca von der Leyen a capo della Commissione Ue con una maggioranza risicata. Furibondi gli alleati di governo. Nel discorso d'insediamento carbon tax e parità di genere. Sui migranti: «Solo salvare non basta».
  • Il tedesco Martin Selmayr, potente segretario generale della Commissione di Jean-Claude Juncker, costretto a lasciare: «Dopo di me un francese, è un progetto francotedesco». Favorito Olivier Guersent.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Moavero Milanesi sogna Bruxelles e scredita i leghisti per una nomina Ue

Ansa

  • Il ministro degli Esteri si oppone alla candidatura di un membro del Carroccio e vuole togliere a Matteo Salvini il controllo delle frontiere.
  • La neo presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen rischia di non ottenere la maggioranza.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

L’Ue prepara il comizio di Carola

Ansa

La Rackete potrebbe essere inviata all'Europarlamento su iniziativa dei progressisti. Intanto il Comune di Parigi, che già si schierò con Mimmo Lucano, le assegna una medaglia.
In primo piano

La corsa agli sconti fiscali non fa crescere le imprese

Contenuto esclusivo digitale

iStock

Gli incentivi non sono tutto. Per far ripartire un'economia e attrarre gli investimenti diretti esteri, le agevolazioni in termini di bassa tassazione per le multinazionali o per gli individui, non sono sufficienti. O meglio, devono far parte di un più ampio pacchetto di misure strutturali che un Paese adotta nel suo complesso.