L’Ue smonta la cannabis terapeutica: «Non aiuta i malati di cancro e Aids» - La Verità
Home
In primo piano

L’Ue smonta la cannabis terapeutica: «Non aiuta i malati di cancro e Aids»

Uno studio dell'Osservatorio sulle droghe svela che ha effetti «deboli» e «insufficienti» come cura palliativa per pazienti oncologici o sieropositivi. Ma la politica la difende: ora la Lombardia chiede di poterla produrre.
In primo piano

Il Pd specula sul piromane ma ignora la legge

Ansa

I dem usano il magrebino che ha dato fuoco al comando dei vigili di Mirandola per attaccare il Viminale: «Perché non l'ha cacciato?». I carabinieri li smentiscono. Il giovane, fino alla sera del rogo, aveva un foglio di via volontario. L'espulsione era valida dal giorno dopo.
In primo piano

Conte usa lo scudo del Quirinale per rinviare il Cdm della discordia

Ansa

Prima il pranzo con Sergio Mattarella, poi la riunione con i vicepremier. Alla fine l'avvocato fissa per dopo le europee. Matteo Salvini abbozza: «Sicurezza bis slitta? Non mi do fuoco ma ricorderò gli attacchi». Luigi Di Maio spara sugli indagati.
In primo piano

Così Unicef Italia ha chiuso gli occhi sui soldi maneggiati dai Conticini

Ansa

Il comitato Usa dell'organismo ha tagliato i ponti con i congiunti di Matteo Renzi sotto inchiesta per riciclaggio e appropriazione indebita. Ritenuti inaffidabili dalla casa madre, non sono mai stati querelati da Roma.
In primo piano

L’ambasciatore Usa di cui Trump ha chiesto la testa imbarazza la Lega

Ansa

Armando Varricchio osservato speciale: si espose già con Hilary Clinton alle elezioni e ora flirta con la sinistra americana e italiana.
In primo piano

L’aborto è un crimine ma il vero assassino è la società: le donne sono solo vittime

Ansa

Uccidere un feto è un suicidio differito: così la madre elimina una parte di sé. Perciò abbiamo fondato i Giornalisti per la vita.
In primo piano

«L’unico vero accanimento contro Lambert è quello di chi vuole vederlo morire»

Ansa

  • Il sacerdote e genetista dell'Università Cattolica fa chiarezza sulla situazione clinica del francese: «La sua sola colpa è quella di occupare un letto ritenuto troppo costoso».
  • Non è in fin di vita: come lui in Francia ci sono altre 1.700 persone.
  • Il tribunale di Parigi stabilisce che nutrizione e idratazione debbano continuare. E concede sei mesi di tempo all'Onu per esprimersi sul caso. La madre: «Lo portino in una struttura specializzata». Ma la moglie insiste perché sia ucciso e annuncia altre azioni legali.

Lo speciale contiene tre articoli