Lo Stato italiano smetta di pagare la latitanza dei criminali

Dopo aver arrestato Cesare Battisti, gli investigatori stanno dando la caccia a chi lo ha aiutato. Dalle dichiarazioni rese quando l'ex terrorista dei Pac è stato fermato in Bolivia, si capisce infatti che sia la Procura che le forze dell'ordine sospettino l'esistenza di una rete che abbia finanziato la latitanza dello scrittore-pistolero. Un gruppetto di compagni, del quale forse faceva parte qualche familiare, che però ora rischia l'incriminazione per favoreggiamento o peggio. Però, se lo Stato intende perseguire i parenti di Battisti per avergli fatto arrivare il denaro che gli ha consentito la fuga in Sud America, la stessa cosa dovrebbe fare con sé stesso.
Angela Merkel (Getty images)
La Commissione europea ha autorizzato i Paesi a erogare contributi a fondo perduto per coprire fino al 90% delle spese fisse delle aziende. La Germania in pochi giorni presenta i dossier e ottiene i soldi, mentre noi ci mettiamo mesi per una richiesta
Getty images

Il verbale del fratello di Antonio Conte truffato: «Diceva di aver l'avallo di Hsbc. Non faceva nessun tipo di controllo sulla provenienza del denaro che riceveva». Il broker di Capua è in fuga tra Madrid, Dubai e Hong Kong.

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings