«L’Espresso» confessa la trappola. A Mosca c’era l’agente provocatore

I reporter Giovanni Tizian e Stefano Vergine erano a Mosca ma imbeccati da un agente provocatore che, presente al summit con Gianluca Savoini, gira loro l'audio. Restano i dubbi: perché servirsene a rate? C'è stata una trattativa per averlo?

Il vicepresidente di Elettronica, ex militare della Nunziatella, entrerà ad aprile nel gruppo Tim per guidare la società specializzata in cybersecurity a difesa della sicurezza nazionale

Getty images
I social hanno il monopolio dei canali informativi di massa ma agiscono al di sopra delle leggi perché nessuno ha stabilito dei confini. I «termini di servizio» valgono più delle Costituzioni. Affidare a loro le nostre vite (come la politica vuole) è un suicidio
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings