A Milano è comunque Meraviglia di pane

L'emergenza coronavirus sta imponendo grossi sacrifici a tutti e le difficoltà causate dalla limitazione delle libertà personali sono tante. L'incertezza in cui stiamo tutti vivendo ha però anche fatto emergere il senso di unità tra i cittadini e la solidarietà verso chi è più colpito e più vulnerabile. Oltre ai medici e a tutti gli operatori sanitari in prima linea per combattere l'epidemia, c'è anche chi, silenziosamente, dà il proprio contribuito.

Sentiamo queste tre testimonianze: da Morena, la panettiera che porta il pane a casa di alcuni clienti anziani, alle persone dello spazio di mutuo soccorso Ri Make che offrono consulenze legali e sindacali a chi rischia di perdere il lavoro e non solo, fino all'iniziativa Pronto psy covid 19, che offre supporto psicologico professionale a chi si trova in isolamento, ai loro parenti e al personale sanitario. Sono tutte persone comuni che si sono messe gratuitamente a disposizione della collettività.

Continua a leggere Riduci
L'esercito Libanese a Beirut dopo l'attentato del 14 ottobre (Epa/Ansa)
Spari e lanci di granate hanno sconvolto una manifestazione di Hezbollah a Beirut.
(IStock)
A Philadelphia è vietato portare un panino tedesco in borsa, l'Alabama prescrive di tenere i coni solo in mano. In Connecticut un cetriolo è tale solo se rimbalza e in Nigeria il latte di cocco è bandito: dannoso per il cervello.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings