Le donne investono nella bellezza. Dalla testa ai piedi

True
  • Dopo la routine di dieci step dedicata alla cura del viso, Miin cosmetics - realtà specializzata nella cosmesi coreana - spiega come prendersi cura del proprio fisico, con quattro nuovi prodotti.
  • In attesa di aprire le sue porte al pubblico, il museo del makeup di New York ha pubblicato un documento del 1959 che spiega nel dettaglio la routine di bellezza dell'indimenticabile Marylin Monroe.
  • Diptyque lancia la gamma «L'art du soin» in cui efficacia e sensorialità si coniugano in un'alchimia davvero unica.
  • Quella del «gua sha» è una tecnica dalla tradizione millenaria cinese. Un massaggio capace di fare l'effetto di una seduta di botox.

Lo speciale contiene quattro articoli e gallery fotografiche.

La guerra fa male sia all’Ucraina sia a noi
Ansa
Se anche dovesse vincere, Kiev uscirà dal conflitto del tutto devastata. Quanto all’Italia, rinunciare alle materie prime russe è folle. Invece di vagheggiare improbabili golpe a Mosca, dovremmo badare ai nostri interessi, come fa Israele. E promuovere il negoziato.
«Se vince l’algoritmo è un grosso rischio per le nostre libertà»
iStock
  • Dicono che sveltirà la burocrazia, la sanità, la produzione industriale. Ma è fatta per togliere responsabilità. E anche nell’Ue, che la finanzia, aumentano i dubbi.
  • Lo psicoanalista Emilio Mordini: «La dittatura delle regole avanza quanto più la società si affida a procedure amministrate da calcolatori».
  • Dietro Chatgpt un esercito di operai digitali. Serve una schiera di moderatori per filtrare i contenuti. Esperti critici sulle sue capacità: «È sopravvalutato».

Lo speciale comprende tre articoli.

«L'intelligenza artificiale non è per nulla intelligente»
Nel riquadro, Padre Tiziano Tosolini
Il filosofo Padre Tiziano Tosolini: «La versione più estrema del pensiero scientifico crede che l’homo sapiens evolverà in “homo technologicus”. Ma le domande esistenziali restano. E il Web non è capace di fornire risposte adeguate».
«Il politicamente corretto ci incatena»
Donatella Rettore (Marco Piraccini/Archivio Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)
La cantante Donatella Rettore: «Il mio Kobra piacque a Radio Vaticana, invece le femministe mi fischiarono per com’ero vestita. Col non sense ho messo in scena l’assurdo e il dolore della vita. Le provocazioni di oggi? Studiate a tavolino».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings