Le toghe del Csm: «Il nostro vice fa campagna elettorale col Pd»

Giovanni Legnini, l'uomo del Pd che sussurrava ai magistrati la linea da tenere contro Matteo Salvini sul caso della nave Diciotti, dice che il suo interessamento - cioè dettare la reazione dell'Anm contro un ministro dell'Interno - fu doveroso. In una nota alle agenzie di stampa, dopo la pubblicazione della notizia sul nostro giornale, l'ex vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura sostiene che «si trattò di un intervento che rientra nelle competenze del Csm, svolto esclusivamente a tutela dell'indipendenza della magistratura dagli altri poteri dello Stato, e che rifarei esattamente negli stessi termini». Poi, perché evidentemente la smentita non deve essergli apparsa abbastanza convincente.

Nicola Gratteri (Ansa)
Il procuratore (che punta a Milano) smentisce il coinvolgimento. Lo 007 fu messo in contatto con la dama del cardinale Becciu
Il voucher giallorosso è stato un flop: spesi 840 milioni sui 2,6 miliardi stanziati. Dopo la proroga al 30 giugno 2022, con il Sostegni bis il governo vara la possibilità di estenderlo pure ad agenzie e tour operator. Sul tavolo l’ipotesi di riaprire i termini per le domande
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings