In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Change privacy settings

La dittatura Lgbt minaccia la libertà di parola

La dittatura Lgbt minaccia la libertà di parola
Da tempo l'Ufficio contro le discriminazioni razziali diffonde delle «linee guida» per i giornalisti in materia di omosessualità. Vietato parlare di natura, le foto sconvenienti dei Pride vanno censurate. E, per chi sgarra, scatta la denuncia all'Ordine. Di fronte ai coming out non si dovrà parlare di «gay esibizionisti» bensì sottolinearne gli aspetti positivi come il coraggio di chi si rende visibile. E se un transessuale si sente donna il giornalista deve scrivere «la trans» e non «il trans».