Il viaggio di Salvini diventa un caso. «Se creo divisioni resto con i figli»

Il viaggio di Salvini diventa un caso. «Se creo divisioni resto con i figli»
Matteo Salvini (Ansa)
  • L’ipotesi di una missione del leader leghista in Russia agita la politica. Luigi Di Maio lo gela: «Con il presidente russo ci parla Draghi». Critica pure Giorgia Meloni. L’ex ministro dell’Interno tentenna: «Vediamo se ci sono le condizioni».
  • Emmanuel Macron e Olaf Scholz in pressing su Vladimir Putin. Telefonata di 80 minuti tra gli statisti: «Abbiamo chiesto negoziati diretti e seri». Ma il Cremlino insiste: «Le armi all’Ucraina creano ulteriore destabilizzazione».

Lo speciale comprende due articoli.

Se ai minori stranieri mancano dei diritti è colpa di Speranza
(IStock)
La sinistra spinge per lo Ius scholae: «Battaglia di civilità». Sono gli stessi che discriminavano i ragazzini col green pass.
Siamo l’Eldorado dei taxi del mare: dal 22 giugno a ieri cinque navi hanno avuto via libera per l’attracco e altre due stanno facendo il pieno di clandestini al largo di Tunisia e Libia. Difficilmente verranno respinte.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings