La Verità - Geopolitica
In primo piano

Il Giappone è pronto a far di tutto per bloccare l'unificazione delle due Coree

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Si intensificano le tensioni commerciali tra il Paese nipponico e la Corea del Sud. All'inizio di luglio, Tokyo ha annunciato di voler limitare l'export verso Seul di alcuni materiali chimici necessari per la produzione di semiconduttori e schermi piatti: componenti fondamentali per la realizzazione degli smartphone e di ulteriori prodotti ad alta tecnologia. Una mossa che, nel lungo termine, potrebbe comportare effetti pesanti per il sistema economico sudcoreano. Il costo dei chip di memoria è aumentato quasi del 12% nell'ultima settimana: si tratta dell'incremento maggiore, registrato dal 2017.

In primo piano

L'effetto dazi Usa si fa sentire: l'economia cinese cresce come nel 1992

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

La guerra commerciale sta producendo delle conseguenze non troppo piacevoli per Pechino. Stando ai dati diffusi lunedì dal governo cinese, il prodotto interno lordo è cresciuto del 6,2% nel trimestre conclusosi a giugno: si tratta del tasso di crescita trimestrale più lento dal 1992 e in calo rispetto al 6,4% nel trimestre precedente. Secondo l'ufficio nazionale di statistica, «l'economia cinese è ancora in una situazione complessa e grave», mentre «la crescita globale è rallentata e le incertezze esterne sono in aumento».

In primo piano

L’ideologia dei diritti uccide l’Europa e spiana la via all’invasione islamica

Ansa

La politica che ci vorrebbe tutti uguali fa cadere l'Occidente nella depressione, il disturbo psichico più diffuso. Ne approfittano i musulmani che, al contrario nostro, vietano ogni opinione in contraddizione con la sharia.
In primo piano

Perché dobbiamo spedire la Nato in orbita

Ansa

La competizione Usa-Russia sulla Luna ha permesso all'Occidente di progredire. A distanza di 50 anni serve un ulteriore salto tecnologico. La gara è tra Pechino e Washington ma se riusciremo a spingere per un sistema di difesa spaziale, potremo dire la nostra.
In primo piano

Tria spinge il Mef verso Pechino, ma il governo sul 5G sceglie gli Usa

Al termine di una settimana dedicata al commercio e alla finanza cinese, il cdm amplia i poteri del golden power sulle telecomunicazioni: tutti i contratti, anche tra fornitori, al vaglio delle istituzioni come piace a Washington.
In primo piano

Il drone di Leonardo è un successo. Con Frontex sgominato traffico di migranti nel Mediterraneo

Contenuto esclusivo digitale

Il 20 giugno è stato impiegato in un'azione di monitoraggio che ha visto coinvolta un'imbarcazione con migranti irregolari. Il 26 ha svolto la sua missione più lunga, durata 17 ore e 21 minuti, di fronte a una media di 10. Pronto già il nuovo Falco Xplore capace di restare in cielo per un giorno intero. Il contratto esplorativo con la misisone Ue è terminato, sarebbe il caso di usare i velivoli in pianta stabile.

In primo piano

In Libia bombardano gli immigrati e sui missili c’è il timbro di Parigi

Ansa

  • Scoop del New York Times: in un magazzino a 80 chilometri da Tripoli armamenti pesanti di fabbricazione americana, venduti alla Francia con l'impegno di non cederli a terzi. Invece li usa Khalifa Haftar: Eliseo in imbarazzo.
  • Washington prende posizione nello scenario libico: dopo aver avvicinato gli emiri per isolare i ribelli, bacchetta apertamente le politiche transalpine sull'area.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Dopo l'affare Cmc ora il Kenya aiuta l'Italia anche sul caso Regeni

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

In queste ore è in corso la visita del direttore del Dpp (Director of public prosecution) Noordin Haji e del suo collega del Dci (Director of criminal investigations) George Kinoti in Italia. Incontri con il procuratore generale di Roma Giovanni Salvi e il capo della procura Michele Prestipino. Al centro della collaborazione c'è l'inchiesta sulla cooperativa di Ravenna, ma spunta anche il caso del ricercatore italiano trovato torturato e ucciso vicino al Cairo all'inizio del 2016: un agente dei servizi segreti egiziani ne avrebbe parlato a Nairobi durante una cena.