Dalla fabbrica fino al letto di morte. Marchionne ha diviso la sinistra - La Verità
Home
In primo piano

Dalla fabbrica fino al letto di morte. Marchionne ha diviso la sinistra

Ansa

Il manager se n'è andato ieri. Mistero sulle cause, probabile l'embolia cerebrale. La Cgil rompe il silenzio: «Ha spaccato i sindacati». Lodi da Piero Fassino e Sergio Chiamparino. Paolo Gentiloni: «Orgoglio italiano nel mondo».
In primo piano

La cosa più divertente della farsa giallorossa è che le sciocchezze agostane il Pd le sta già mettendo in pratica da giorni

In primo piano

Finanza e imprese anti Cassandre. Stavolta le elezioni non fanno paura

Ansa

  • Nel suo ultimo report Goldman Sachs scommette sul voto e non intravede scenari apocalittici per l'Italia. Un esecutivo leghista viene visto senza cataclismi, specie al Nord. E le sigle aziendali non tifano ribaltone.
  • La fine dell'esperienza gialloblù non spaventa Piazza Affari, in rialzo dell'1,77%. Continua a scendere il differenziale Btp/Bund: 3 punti in meno in soli due giorni.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Parigi torna a flirtare con i grillini

Ansa

La portavoce francese dell'uscente Jean-Claude Juncker: «La Lega al governo creerebbe panico». Il modello Ursula ha vinto e i pentastellati ora puntano a entrare nel gruppo dei liberali.
In primo piano

Salvini insiste: nuovo governo senza Conte

Ansa

  • Il leader del Carroccio non ritira l'offerta al Movimento: ripartire cambiando inquilino a Palazzo Chigi. Anche se i pentastellati sembrano già aver voltato pagina. A costo di sacrificare il taglio dei parlamentari e di sposare la linea di Laura Boldrini sui migranti.
  • Silvio Berlusconi dà la linea, ma non mancano i forzisti terrorizzati dal parere dei cittadini.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Dietro agli applausi la lotta con Renzi

Ansa

Il Giglio magico, forte al Senato, sarà escluso dall'eventuale esecutivo. I grillini non mollano su un ministero per Luigi Di Maio, mentre i dem vogliono rispolverare Pier Luigi Bersani.
In primo piano

Zingaretti dice sì all’ammucchiata. Il programma: Europa e porti aperti

Ansa

  • Il partito vota per acclamazione a favore della trattativa. Il segretario boccia un Conte bis e stila cinque vaghi punti programmatici. Previste l'«appartenenza leale all'Ue» e una «svolta nella gestione dei migranti».
  • L'accusa del Viminale: «Modificati martedì i compiti per chi pattuglia le frontiere». Litigio Lega-M5s: «Fu Matteo Salvini a volerlo», «Falso, è la prova dell'intesa con il Pd».

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Un paio di insulti (mosci) a Salvini e Conte da burattino è diventato star

Ansa

Sinistra e giornali fino a ieri hanno dipinto il presidente dimissionario come un Travicello nelle mani dei vice È bastata l'intemerata al Senato per trasformarlo in statista, come Gianfranco Fini contro il Cav. Ma non è finita bene...
In primo piano

«Chi ha voluto questa crisi la pagherà cara»

Ansa

Il Blog stellato attacca ancora la Lega, mentre il vicepremier tace e i suoi mandano messaggi di fedeltà: «Noi siamo un monolite». Ma una lettera chiede di completare le restituzioni degli stipendi «in vista di elezioni». Segno che l'accordo con il Pd non è certo?
In primo piano

I dem sfidano i 5 stelle. Sassoli dall’Ue a Palazzo Chigi e Letta jr alla Commissione

Ansa

Oggi al Quirinale saliranno i big. Nicola Zingaretti farà il nome dell'ex mezzobusto come premier. E chiederà di sostenere l'anti renziano a Bruxelles. Tutta pressione sul M5s.