In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Change privacy settings

La fashion week di Milano riabilita il cibo. Anzi lo rende trendy

True
  • Elisabetta Franchi: «Da bambina avevo una sola bambola. Adesso la mia azienda si quota in Borsa». La stilista, protagonista di un docufilm, ha presentato la nuova collezione: «Mi amano perché mi mostro come sono».
  • Durante le sfilate milanesi alcuni brand hanno organizzato eventi ad hoc in tema food. Dolce & Gabbana ha festeggiato il Natale in anticipo con Fiasconaro, Stecco Lecco ha firmato i ghiaccioli per Fendi aprendo un popup store in Stazione Centrale, Versace ha creato tre nuovi gusti di gelato.
  • Equilibrio, femminilità, bellezza e confort: sono queste le parole chiave per la collezione donna della prossima estate di Bottega Veneta.

Lo speciale comprende due articoli e gallery fotografiche.

Dai panettoni fuori stagione di Dolce & Gabbana ai gelati di Fendi e Versace: la moda si fa mangereccia

«E così qui le ragazze non mangiano niente?» «Non più, da quando la trentotto è diventata la nuova quaranta e la trentasei è diventata la nuova trentotto». Tredici anni fa, il Diavolo veste Prada si prendeva gioco dell'universo moda dove non sono solo le modelle a essere ossessionate dalla magrezza, ma anche chi vi lavora dietro le quinte. Negli ultimi anni appare però evidente come i maggiori marchi del lusso abbiano trovato nel mercato del food un alleato. Miuccia Prada ha acquisito la pasticceria Marchesi, dandole un nuovo volto. Il gruppo LVMH ha invece rilevato Cova, storico locale nel centro di Milano. Dolce&Gabbana hanno dato vita al Martini bistrot, dove poter assaporare le migliori ricette siciliane e milanesi, e Luisa Beccaria ha invece aperto il LùBar. Sembra nessuno sia immune dal fascino del buon cibo e c'è anche chi sostiene che il connubio tra food e moda non sia recente come si pensa. San Pellegrino - in occasione della sua campagna intitolata «Itinerari di gusto» - aveva sottolineato come «l'universo naturale e stilistico del cibo con i suoi elementi di design, la precisione manuale e la gamma di colori» sia un'intramontabile fonte d'ispirazione per il design di moda. Esempio principe di questa teoria è la stilista Elsa Schiaparelli che nella sua collezione per l'estate del 1937 aveva presentato un «abito aragosta» dipinto da Salvador Dalì.

È così che durante la settimana della moda, Milano apre le porte non solo ai vestiti ma anche al gusto, con una serie di eventi creati ad hoc per esplorare il mondo del buon cibo tra una sfilata e l'altra. Fino al 14 ottobre, in Stazione Centrale è possibile visitare un inedito pop up, nato dalla collaborazione tra Fendi e il brand Steccolecco. Il piccolo negozio, caratterizzato dal tipico giallo senape e il motivo a righe Pequin, offre una serie di ghiaccioli e gelati su stecco con il logo Fendi, in tante declinazioni di gusto e colore.

E se Fendi punta tutto sui sapori classici, Versace crea tre nuovi gusti, tutti giocati su nuance del giallo. Gusto 17, che ha una delle sue tre sedi milanesi all'interno delle Gallerie D'Italia in Piazza della Scala, ha così dato vita alla «crema allo zafferano» arricchita dalle note dolci del Saba di Mosto Cotto romagnolo; la «mousse di ricotta stregata» a base di ricotta di Bufala campana, curcuma e pois di cioccolato bianco; eia «fico d'india siciliano» con popi di noci peccar ricoperti di cioccolato fondente extra dark. Il tutto con un topino d'oro, per rendere il gelato un cibo «deluxe». Se i tre gusti non vi bastano, all'ultimo piano della Rinascente sarà possibile assaporare lo stecco «big&gold» con un cuore di stracciatella, copertura di cioccolato bianco alla curcuma e topping color oro.

Dopo la sfilata di ieri nel cortile del Conservatorio, Etro continua il rilancio del brand. Alla presentazione del nuovo e-commerce e del progetto #EtroByYourName - nato per celebrare i capisaldi dello stile della maison - è seguito l'annuncio del restyling dello storico ristorante milanese Bice. Per otto giorni, il locale di via Borgospesso sarà infatti decorato con tessuti di arredamento e complementi d'arredo della linea Etro Home. Nel corso della settimana si alterneranno tovaglie in due storiche stampe: la celebre Jais del 1981 che riproduce su cotone il motivo paisley decorato da rose e il patchwork in lino multicolore parte della collezione Etro dal 1993. Vasi in vetro e argento, centrotavola d'archivio e quadri dell'Ottocento della collezione privata della famiglia Etro completano l' arredamento. «La famiglia Etro è da sempre amica fedele del nostro ristorante: le nostre storie sono cresciute insieme, accomunate dalla stessa concretezza». Così i proprietari di Bice hanno commentato questa collaborazione fuori dagli schemi.

Lo stilista Alessandro Enriquez «abbiglia» le tre pizzerie Lievità con tovagliette decorate da immagini grintose e technicolor e frasi irriverenti e ironiche che mirano a raccontare «l'amore ai tempi della moda», tra una fetta di margherita e l'altra.

Infine, Dolce & Gabbana ha portato il Natale nel suo negozio in Corso Venezia presentando le golose novità per il prossimo dicembre. La loro collaborazione con Fiasconaro continua con un nuovo panettone reinterpretati secondo la migliore tradizione. Un impasto a lievitazione naturale, arricchito da castagne glassate e gianduia e ricoperto di crema alle castagne e glassa al cioccolato. Quest'ultima ricetta si affianca al panettone al pistacchio di Sicilia e al panettone agli agrumi e allo zafferano presentati lo scorso anno.

Mariella Baroli

Bottega Veneta

Milan Fashion Week: Bottega Veneta