Città nel caos. Finalmente le riaperture. Ma ora non lasciamo i centri storici ai delinquenti

  • Finito il lockdown, è saltata ogni regola. Da Milano a Palermo, strade e piazze di tutta Italia di notte sono in balia degli istinti più belluini. Schiamazzi, risse, tappeti di rifiuti. Nemmeno i divieti dei Comuni fermano il grande sfogo.
  • Il sottosegretario leghista all'Interno: «Lo Stato c'è per garantire la legalità. Con i 65 milioni di euro del fondo per la sicurezza urbana i sindaci potranno assumere forze dell'ordine e pagare straordinari».

Lo speciale contiene due articoli.

Vittorio Caprioli e nel riquadro il figlio Carlo (Getty Images)
Il figlio del gigante dello spettacolo di cui cade il centenario della nascita: «Elegantemente amaro con spirito napoletano».
Beppe Sala (Ansa)
Il sindaco, tra una foto sui social e l'altra, si incupisce se il suo sfidante Bernardo mette il dito nella piaga criminalità diffusa. Però sono i dem a invocare la forza pubblica in periferia. In una città in cui persino in netturbini devono operare con la scorta in Centrale.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings