Utero in affitto alla Rai, Pro Vita & Famiglia: «Pronto esposto alla Procura»

Utero in affitto alla Rai, Pro Vita & Famiglia: «Pronto esposto alla Procura»
iStock

«È vergognoso e scandaloso che durante la prima puntata del programma tv 'Amore in quarantena' andato in onda sabato 24 su Rai 1, sia stata fatta pubblicità alla pratica dell'utero in affitto. Il servizio pubblico pensa forse di essere al di sopra della legge? Ma lo sa il direttore Stefano Coletta che in Italia la Corte Costituzionale ha dichiarato la maternità surrogata contraria alla dignità umana e all'ordine pubblico? All'AD della RAI e al Ministero dello Sviluppo Economico chiediamo di pubblicare una rettifica nella quale ci si scusi della messa in onda e si ribadisca che l'utero in affitto è un reato» così Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia onlus, sulla puntata del programma in questione andata in onda sabato scorso su Raiuno.

«Ma non basta, chiediamo anche all'AGCOM di intervenire con le censure e le sanzioni del caso. BASTA PROPAGANDA ALL'UTERO IN AFFITTO SULLA RAI. E per questo stiamo provvedendo non solo a una petizione contro chi vuole indottrinare gli italiani alla pratica della maternità surrogata, ma procederemo a livello legale depositando un esposto alla Procura della Repubblica perché venga ristabilita la legalità» ha concluso Coghe.

«La grande balla della crisi climatica serve a resuscitare il socialismo»
Nel riquadro, Seok Soon Park (Ansa)
Lo scienziato coreano Seok Soon Park: «La sinistra anticapitalista offre miseria e inquinamento».

Dati Terna: meno autonomi con l’alt al metano russo. A rischio il contributo sardo dopo la cessione di Saras. Allerta per l’estate.

Continua a leggereRiduci
Crollano i prezzi del gas e della CO2: in tilt la transizione verde targata Ue
Il commissario Ue per l’Energia, Kadri Simson (Ansa)
L’export norvegese e le temperature miti rinforzano l’offerta. Mentre la domanda è scarsa, a causa della debole produzione industriale europea. E così il carbone torna appetibile, alla faccia di Bruxelles.
«Niente salario minimo per legge, paghe su se coinvolgi i lavoratori»
Il presidente della Cdo, Andrea Dellabianca (Imagoeconomica)
Il presidente della Cdo, Andrea Dellabianca: «La proposta della Cisl aumenta motivazioni, utili e compensi».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings