La Verità - Turismo e viaggi
In primo piano

Tutti in vacanza fingendosi barboni. L’assurda moda del mendicante chic

iStock

Molti giovani (e ricchi) occidentali girano il mondo pagando le spese con l'elemosina. In Thailandia già non li sopportano più.
In primo piano

Senza connessione e in case sull'albero: la vacanza è digital detox

Contenuto esclusivo digitale

Giphy

  • Si chiama phubbing, è la malattia di chi tende a non considerare le persone per concentrarsi sul cellulare. L'ultima moda sono le vacanze che aiutano ad allotanarsi dalla tecnologia.
  • Cinque regole per un distacco dolce dal telefonino. Dal lasciarlo in carica in un'altra stanza alle regole su come dimenticarsene per un'ora appena svegli la mattina.
  • Sui laghi, in boschi millenari o in torri patrimonio dell'Unesco: cinque mete per staccare dal mondo 2.0.

Lo speciale comprende sei articoli e gallery fotografiche.

In primo piano

Tra pinte di birra e gastronomia, l'Irlanda è il Paese da visitare

Contenuto esclusivo digitale

iStock

  • A insegnare agli abitanti della verde isola a bere birra furono con ogni probabilità i celti che sono stati i primi colonizzatori dell'area. La pinta, il tradizionale bicchiere con cui gli irlandesi bevono il loro pane liquido quotidiano, è una sorta di sacro Graal per gli irlandesi: lì dentro ci sta la cultura, la fede, l'idea di vita.
  • Pur essendo un'isola ci sono relativamente pochi piatti di pesce, la carne più consumata non è quella vaccina, ma quella di montone e in subordine di maiale. Il piatto nazionale è l'irish stew che si prepara stufando varie carni insieme con le patate.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

La vanità vince nei viaggi: per molti il lusso è una foto Instagram

Guida ai panorami delle vacanze

Contenuto esclusivo digitale

Giphy

Sempre più italiani viaggiano scegliendo esperienze e strutture di lusso. Resort a cinque stelle, hotel storici, mete inesplorate: esclusività è la parola d'ordine. Anche per i più giovani che, quando spendono, lo fanno in strutture eco friendly e luoghi accattivanti per i post sui social network.

Lo speciale contiene gallery fotografiche.

In primo piano

In camper per l'Italia o in fuga nella Ville Lumière: dove andare per un ferragosto last minute

  • Roma, Parigi e Londra: sono tre capitali le mete più gettonate per questo ferragosto per chi viaggia all'ultimo minuto.
  • Sinonimo di slow living, le masserie sono l'ultima moda per chi cerca relax lontano dal caos delle località balneari pugliesi. Ampie corti, uliveti e piatti della cucina tipica locale fanno di queste ex aziende agricole angoli perfetti per fuggire per un fine settimana.
  • Il mare è troppo affollato e la montagna non vi fa impazzire? La soluzione per una vacanza last minute e low cost è un tour dei parchi naturali in camper. In Italia ci sono panorami mozzafiato riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità.

Lo speciale comprende tre articoli e gallery fotografiche.

Secondo un recente studio effettuato da alcuni dei motori di ricerca più noti nel settore dei viaggi, il 30% delle prenotazioni viene effettuata al massimo 45 giorni prima della partenza effettiva. Quella dei last minute, da tendenza che sembrava un privilegio per pochi, con costi inarrivabili e una quantità di problematiche da risolvere in brevissimo tempo, è diventata invece una modalità standard nella scelta delle vacanze al punto che prenotare all'ultimo minuto è diventato non solo facile e veloce, ma anche conveniente.

Una ricerca effettuata da Momondo ha messo in luce come tra le mete europee last minute più convenienti per i viaggiatori che si spostano dall'Italia oggi ci sia, in cima alla lista, Parigi. Una sorpresa per molti visto che la capitale francese è considerata una delle tratte aeree più care dall'Italia. Eppure, in questa caldissima estate, la ville lumiere è raggiungibile con un costo medio inferiore a 100 euro. Sul podio seguono Londra, al secondo posto con una spesa di 141 euro ed Helsinki al terzo (149 euro). Per chi invece non riesce a rinunciare a spiagge, energia scoppiettante, movida notturna e feste senza fine, ci sono anche Barcellona e Luqa (Malta), che però prevedono un budget maggiorato. Sono infatti le meno economiche della classifica; chi sceglie di visitarle dovrà quindi preventivare una spesa media di 154 € per arrivare in Spagna e di quasi 230 € per atterrare a Malta.

Last minute non significa solo estero. Anche in Italia si può scegliere di viaggiare spendendo poco e prenotando all'ultimo minuto. Tra le mete meno costose vi è senza dubbio Roma. La capitale, la Città Eterna infatti è al primo posto per convenienza e sono sufficienti circa 67 euro per soggiornare in quello che è considerato uno dei luoghi più belli al mondo. Niente paura per gli amanti del mare nostrano perché la riviera romagnola e la costiera amalfitana rientrano nella top tre delle destinazioni più economiche, rispettivamente al secondo e terzo posto anche se a prezzi ben più sostenuti: il costo medio per una notte a Riccione è di 177 euro, a Positano di 232 euro.

Lontana dalle classifiche è invece la montagna, meta che quest'anno sembra presa d'assalto dagli italiani in cerca di refrigerio e temperature che non sfiorino, anche di notte, i 30 gradi. Se non volete rinunciare a un fine settimana in alta quota il suggerimento è di monitorare portali come hoteltonight che permettono di trovare, a costi irrisori, le ultime stanze disponibili in hotel di tutto il mondo.

In Puglia tra masserie e trulli 

Sinonimo di slow living, le masserie affondano le radici nella terra portandosi dietro una lunga storia di tradizioni, da apprezzare un poco alla volta durante una vacanza fuori dal tempo.

Oggi sono di gran moda, vip come Raoul Bova hanno scelto di investire in questo tipo di hotel diffuso in cui la buona cucina casalinga e le bellezze della natura pugliese si fondono perfettamente all'interno di costruzioni bianche e senza tempo. Una volta azienda agricole, sono così diventate la meta prediletta di un turismo attento e ricercato e insieme ai trulli, queste tipiche costruzioni che costellano la campagna pugliese sono protagoniste di un vero e proprio trend.

Eccone cinque da non perdere.


  • Masseria Incantalupi

    In un territorio ricco di memorie, qualche chilometro ad est degli avanzi di un muro megalitico detto "paritone dei greci" o "limitone", che si vuole segnasse nel secolo VIII il limite della dominazione bizantina in Terra d'Otranto, si trova la Incantalupi. Colazioni con torte sfornate ogni giorno, la natura che abbraccia spazi sconfinati, una piscina da cui godere dei colori della Puglia. Perfetta per un fine settimana, anche tra amici.
  • Masseria Maresca

    A pochi km dal mare e immersa in un uliveto, Masseria Maresca accoglie al suo interno quattro appartamenti indipendenti. Il luogo ideale dove concedersi una pausa di relax in compagnia coccolati dallo staff locale.
  • Masseria Reinzano

    Situata a soli 3 km dalla più nota località di Alberobello e situata su una collina circondata da uliveti e frutteti, a Masseria Reinzano potrete soggiornare nei tipici trulli pugliesi ottocenteschi. Un'esperienza indimenticabile per vivere la Puglia al 100%.
  • Masseria Castello Monaci

    Giardino, piscina privata e tutto intorno ben oltre 200 ettari di vigne: questo casale di origine cinquecentesca appena ristrutturato è dotato di tutti i comfort e si trova a pochi chilometri dal centro di Lecce.
  • Masseria Caliani

    La struttura è tra le più particolari grazie a uno splendido appartamento con due camere da letto impreziosite dal tipico tetto in pietra leccese a stella, affacciato sulla corte della masseria.

Masseria Incantalupi

Last minute in camper per i parchi nazionali d'Italia

Anche se siamo ad agosto molti non hanno ancora pensato alla destinazione per le proprie vacanze. Organizzare le ferie all'ultimo minuto può essere impegnativo tra alberghi al completo e trasporti con prezzi esorbitanti, ma esiste un'unica soluzione per superare entrambe le difficoltà: un viaggio in camper. Muoversi su quattro ruote permette di evitare la ricerca di un alloggio, ridurre i costi e spostarsi in totale libertà, senza prenotazioni e senza tappe obbligatorie. Per partire senza pensieri e in tutta sicurezza c'è Yescapa, la piattaforma dicamper-sharing tra privati leader in Europa, che permette, anche con poco anticipo, di prenotare il mezzo perfetto per il proprio viaggio. Per chi vuole scappare dalla calura estiva e dalle città con temperature elevate, Yescapa consiglia di immergersi nella natura: dalle vette del Piemonte alle terre vulcaniche di Pantelleria, ecco 8 parchi nazionali da scoprire, tra montagne, tantissimo verde e acque cristalline perfette per i viaggiatori "last minute".

  • Parco Nazionale della Val Grande, Piemonte

Istituito nel 1992, il Parco Nazionale della Val Grande protegge e preserva quella che è stata definita la zona selvaggia più estesa delle Alpi e dell'Italia intera. A differenza di tanti altri parchi sul territorio nazionale, al suo interno non ci sono veri e propri centri abitati e l'unico è quello di Cigogna, che conta meno di 20 abitanti. Tra bivacchi, rifugi, sentieri, fontane e antiche carbonaie e teleferiche, è possibile scoprire la storia, la fauna e la flora del parco. Ai suoi confini si trovano alcuni musei, come quello della pietra ollare di Malesco, e centri visita che daranno tutte le informazioni necessarie.

In camper: è possibile sostare all'area attrezzata Santa Sofia Maggiore a pochi chilometri dai confini del parco.

  • Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, Veneto

Istituito nel 1988 e dal 2009, il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi è tra i patrimoni dell'umanità protetti dall'UNESCO. Tra marmotte, camosci, cervi e caprioli il parco ha una fauna vivace e ricchissima che si affianca a una flora altrettanto variegata, da ammirare camminando tra i sentieri. Se in inverno l'area è ricca di piste da sci, in estate lo scioglimento della neve permette l'accesso ai tanti rifugi della zona, come il Rifugio Venezia, costruito nel 1892 e il primo delle Dolomiti in territorio italiano.

In camper: è possibile sostare a Belluno o a Feltre, oppure salire ad alta quota fino a Palafavera, da dove partono quasi una ventina di sentieri che permettono realmente di immergersi nella natura.

  • Parco Nazionale del Circeo, Lazio

Il Parco Nazionale del Circeo, a sud di Latina tra Anzio e Terracina, è uno dei più antichi d'Italia e nel 2019 spegne ben 85 candeline. Il suo nome è legato alle vicende omeriche: secondo il mito di Ulisse, qui sarebbe vissuta la maga Circe, tra piante di ginestre e corbezzoli che si affacciano sul Mar Tirreno. Il parcoracchiude in sé tanti ambienti diversi, dal litorale roccioso alla foresta mediterranea, ma anche dune di sabbia e laghi costieri. Dal punto di vista culturale, uno dei luoghi simbolo della zona è la villa di Domiziano, risalente al I secolo d.C.

In camper: soprattutto lungo la costa ci sono numerose aree di sosta, come CirceMed, nel comune di San Felice Circeo, proprio alle porte del parco nazionale.

  • Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, Toscana

Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è uno dei pochi del nostro Paese a essere suddiviso su un insieme di isole: ne conta oltre una decina, tra maggiori, minori e scogli. Tra le principali c'è l'Elba, abitata fin dall'antichità e ricca di reperti archeologici tutti da scoprire per approfondire il lato culturale dell'isola oltre che quello naturalistico. Capraia, invece, è famosa soprattutto per la sua flora, la sua fauna e le sue calette, prima fra tutte Cala Rossa, antico cratere del quale oggi rimane il rosso delle rocce. Tra le isole dell'arcipelago ci sono anche il Giglio, Pianosa e l'Isola di Montecristo, tutte ricche di storia e riserve naturalipreziosissime per tutto il territorio.
In camper: arrivando dalla penisola, si può salire a bordo di un traghetto e approfittare di una delle tante aree di sosta sull'Isola d'Elba, quasi tutte posizionate lungo la costa, per poi spostarsi alla scoperta dell'intero arcipelago.

  • Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Campania

Il Parco Nazionale del Cilento, istituito nel 1991 e patrimonio dell'umanità UNESCO dal 1998, è un vero concentrato di storia e natura e vanta alcuni dei siti archeologici più importanti dell'Italia Meridionale. Se da una parte ci sono boschi e aree verdissime ricoperte dalla classica macchia mediterranea, dall'altra ci sono i templi di Paestum, eredità meravigliosa della Magna Grecia, i ritrovamenti del Monte Pruno e gli scavi di Elea-Velia. Il parco si estende a sud di Salerno e vanta anche due aree marine: quella di Santa Maria di Castellabate e la Costa degli Infreschi e della Masseta, ricca di grotte sommerse per chiunque ami le immersioni.

In camper: oltre ai singoli parcheggi, ci sono alcune aree attrezzate, come quella di Ascea Marina e di Capaccio-Laura, entrambe vicino al mare.

  • Parco Nazionale dell'Aspromonte, Calabria

Parco Nazionale dal 1989, quello dell'Aspromonte è un territorio montuoso, un massiccio che si trova sulla punta più estrema dello stivale e che è molto più antico dell'Appennino. Tra i 37 comuni che lo compongono, quello di Scilla è probabilmente il più famoso, noto perché, insieme a Cariddi, sulla costa siciliana, formava la coppia più pericolosa del Mediterraneo per tutti i marinai, almeno secondo la storia e la mitologia greca. Per chi visita il parco nazionale, però, ci sono anche i borghi di Bagaladi, dove si può scoprire la storia dell'olio d'oliva calabrese, San Giorgio Morgeto, che vanta il vicolo più stretto d'Italia, e Bova, con la sua vecchia locomotiva a vapore esposta in piazza. Per gli amanti dello sport, qui partono anche sentieri e percorsi che permettono di scoprire la zona a piedi, come il Sentiero dei Greci o quello che porta alla Cascata di Salino.

In camper: il parco vanta una ventina di aree campeggio sparse quasi su tutto il territorio, non resta che scegliere quella più comoda per il viaggio.

  • Parco Nazionale di Pantelleria, Sicilia

Il Parco Nazionale di Pantelleria, nato nel 2016, è il più giovane tra i parchiitaliani e l'unico della Sicilia, anche se non si trova sull'isola principale, ma, come dice il nome, sulla piccola Pantelleria, una delle terre emerse italiane più vicine al continente africano. Ricoperta quasi interamente dalla macchia mediterranea, l'isola è famosa per i suoi capperi, che crescono spontanei, e per i suoi vitigni che permettono di realizzare alcuni dei vini più rappresentativi dell'intera regione: il Moscato e il Passito, realizzato con lo zibibbo lasciato appassire al sole in un ambiente umido e ricco di salsedine. Le bellezze di Pantelleria, però, non si trovano solo sui piatti o nei calici, le rocce di origine vulcanica regalano splendidi panorami e si tuffano nel mare creando forme particolarissime, come quelle dell'Arco dell'Elefante, create dall'erosione degli agenti atmosferici nel corso dei secoli.

In camper: dopo aver esplorato la Sicilia, il punto di partenza ideale è Trapani, da dove ogni giorno partono molti traghetti diretti sull'isola.

  • Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, Sardegna

Questo parco deve il suo nome al golfo di Orosei e al massiccio del Gennargentu, due aree naturalistiche tra le più importanti della regione e divise tra le province di Nuoro e Sud Sardegna. L'area protetta inizia sulla costa orientale per poi immergersi nell'entroterra fino al cuore dell'isola e comprende pendii che superano i 1800 metri, aree marine dalle acque cristalline e foreste di lecci tra le più vaste ancora presenti sul continente europeo. Tra le meraviglie naturalispiccano le Gole di Su Gorropu, il monte Perda Liana, che con la sua forma particolare ricorda le rocce dei canyon statunitensi, Pedra Longa, uno scoglio che raggiunge i 128 metri d'altezza, e Punta Goloritze, una cattedrale di roccia a picco sul mare. La ricchezza culturale del territorio incontra quella paesaggistica a bordo del Trenino Verde, un convoglio a vapore che collega il comune di Mandas a Arbatax o a Sorgono facendo immergere i visitatori in un'atmosfera d'altri tempi.

In camper: le aree di sosta per i camper si trovano quasi tutte lungo la costa, ma alcune si possono trovare anche all'interno dei confini del parco, come quella di Urzulei, che regala viste a 360° sul massiccio.

Golfo di Procchio, Elba

In primo piano

I 90 anni della Capannina a ritmo di musica

La Capannina

Un libro celebra l'anniversario del locale più famoso del Paese. Il patron Gherardo Guidi: «Il segreto del nostro successo sono le esibizioni». Sul palco di Forte dei Marmi sono saliti tutti i grandi, da Patty Pravo a Grace Jones. «L'artista simbolo? Ray Charles».
In primo piano

Per dormire in un castello italiano bastano 50 euro

Contenuto esclusivo digitale
  • Da quelli delle fiabe Disney in Scozia e Germania alle fortezze medievali italiane. I castelli sono sempre più di moda e vengono scelti da coppie e famiglie per trascorrere vacanze. E in Italia bastano poche decine di euro per una notte «da re».
  • Lo Chateau che nasconde i segreti di Hollywood: una notte costa fino a 3.000 dollari. Vi hanno soggiornato Elizabeth Taylor e Marilyn Monroe. Nei suoi bungalow perse la vita John Belushi.
  • Set della serie tv Reign, l'Ashford castle mantiene intatte le tradizioni irlandesi. Al suo interno anche una scuola di falconeria aperta al pubblico.
  • Da meta esoterica a hotel di lusso: il destino del castello di Messardière, il più grande di Saint Tropez è il protagonista di molte delle leggende tropezine.
  • Settantasette gradini per raggiungere una suite nascosta in una torre. Alla scoperta del Thornbury castle, amato da Anna Bolena ed Enrico VIII ma anche da star come Sophia Loren.
  • Golf, tiro al piattello, pesca e caccia con i cani: un giorno all'Adare Manor. Tra mura fortificate e cottage con il tetto in paglia, alla scoperta di una delle aree più belle d'Irlanda.
  • Uno chef stellato conquista un maniero nei pressi di Siena. Heinz Beck ha scelto Fighine per il suo nuovo ristorante. Nel menù , piatti tipici della tradizione toscana e atmosfere fusion.
  • Fino a 5.000 euro a notte per dormire nel castello delle ferie di Chiara Ferragni e Fedez. Il Castello di Procopio nei pressi di Perugia è tra le dimore più costose d'Italia.

Lo speciale comprende otto articoli e gallery fotografiche.

In primo piano

Low cost e bellissime: le repubbliche del Baltico sono la meta perfetta per un fine settimana in Europa

Contenuto esclusivo digitale
  • Estonia, Lettonia e Lituania sono oggi parte dell'Ue, ma il loro rapporto con la Russia resta incancellabile. Un viaggio nella storia di questi Paesi.
  • Visita Vilnius, una delle città più affascinanti d'Europa. La sua piazza centrale è patrimonio Unesco.
  • Alla scoperta di Riga, la più grande delle Repubbliche Baltiche. Dall'incredibile architettura, al museo dell'Occupazione senza dimenticare i numerosi locali dall'aria vivace e cosmopolita.
  • Tallinn, la capitale estone è la meta perfetta per chi vuole andare alla scoperta delle bellezze del Nord per un weekend diverso dal solito.

Lo speciale comprende cinque articoli e consigli di viaggio.

In primo piano

Con oltre mezzo milioni di visitatori ogni anno, Barbados è un paradiso (non solo fiscale)

Contenuto esclusivo digitale
  • Nei mesi estivi nella «piccola Inghilterra dei Caraibi» si festeggia il Crop Over. Un festival che affonda le sue origini nel passato dell'isola che viveva del raccolto della canna da zucchero. L'evento si conclude il 4 agosto.
  • Un bosco di mogani secolari, golf club e 300 metri di spiaggia: il Sandy Lane hotel è il punto perfetto per partire all'esplorazione dell'isola.
  • Dal giardino ricco di piante e fiori rarissimi allo spettacolo continuo di stalattiti e stalagmiti della Harrison's cave, cinque luoghi da visitare.

Lo speciale comprende tre articoli e consigli di viaggio.