prezzi materie prime

A marzo, la guerra ha causato un’impennata che non si vedeva da 31 anni: +6,7% su base annua. Rincari massimi su energia (+53%) e carburanti (+38%). Su anche i prezzi degli alimenti. Male il resto d’Europa: in Germania gli aumenti sono i più alti dall’unificazione.
Come per la crisi finanziaria del 2008, i prezzi schizzano alle stelle. Il nichel sfonda 100.000 euro a tonnellata, la borsa metalli di Londra chiude le contrattazioni. Il Mise studia il possibile stop all’export. Caro energia, si ferma pure Cogne Acciai Speciali.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings