Tag page

Getty Images
Il maestro scrisse il suo capolavoro finale quasi in contemporanea con la conclusione della relazione con la sua musa Nadezda von Meck. «È sconcertante come sia intrisa di un'atmosfera da requiem», scriveva al nipote. E di lì a pochi giorni morì, forse sucida.
Petr Ilic Ciajkovskij, (Getty images)
Il grande compositore ebbe per tutta la vita una fitta e affettuosa corrispondenza con Nadezda von Meck, facoltosa ereditiera russa che ne finanziò l'attività, a patto di non incontrarsi mai. Grazie alla sua ospitalità, visitò l'Italia innamorandosi di Firenze e Venezia.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings