Il Paradiso di Dante sulle cabine di E-Distribuzione

True
Prende forma sulle cabine elettriche di E-Distribuzione l'omaggio a Dante Alighieri a 700 anni dalla morte: la società del gruppo Enel che gestisce la rete a media e bassa tensione ha voluto rappresentare il Paradiso dantesco su nove cabine, in occasione del settecentenario della scomparsa del sommo poeta, avvenuta a Ravenna nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Il progetto è patrocinato dal ministero della Cultura e consiste nella realizzazione di nove interventi murali a cura dell'artista Danilo Pistone – in arte Neve - su altrettante cabine elettriche, che raffigurano in chiave allegorica i nove cieli del Paradiso descritto da Dante nella Divina Commedia. «Questa iniziativa vuole far conoscere la cultura e il genio italiano di Dante attraverso il potere dirompente delle immagini, e insieme contribuire alla riqualificazione degli spazi cittadini a beneficio di tutta la comunità», ha sottolineato l'AD di E-Distribuzione Vincenzo Ranieri. Artisti, amministrazioni locali o scuole interessati a partecipare possono proporre i loro progetti di street art alla casella di posta dedicata: streetart-ED@e-distribuzione.com
Giovanna Boda, Maria Elena Boschi (Ansa)
Un'intercettazione svela le manovre per portare la dirigente a capo del dipartimento dell'Istruzione nel governo Draghi Per spingere la candidatura pressioni pure su Quirinale e Vaticano. La nomina forse saltata per l'indagine per corruzione.
Julienne Lusenge, l'attivista vincitrice dell'Aurora Prize 2021 (Facebook)
L'umanità si sta svegliando e chi contribuisce a questo risveglio viene premiato con 1 milione di dollari da spendere per la causa difesa. È successo a Venezia, in un soleggiato fine settimana autunnale, grazie all'Aurora Prize for Awakening Humanity. L'Aurora Prize, riconosciuto come il Premio Nobel per l'Umanità, viene assegnato ogni anno a partire dal 2015 a chi aiuta e assiste le persone in difficoltà mettendo a repentaglio la propria vita. È stato istituito in memoria dei sopravvissuti del Genocidio Armeno da tre fondatori armeni: l'ingegnere Noubar Afeyan (presidente e co-fondatore della società del vaccino Moderna), l'imprenditore e filantropo Ruben Vardanyan e lo storico Vartan Gregorian.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings