In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Change privacy settings

Non solo videogame: gli italiani riscoprono il piacere dei giochi vecchio stile

True
  • L'allegro chirurgo, cluedo, ma anche il nuovissimo Pantalone l'idraulico pasticcione e bugia e verità, che ricorda la macchina per svelare le menzione utilizzata in molti programmi tv. Il mercato dei giocattoli si sta riavvicinando alle categorie che sembravano dimenticate. A trainare il settore le bambole e i giochi in scatola.
  • «Durante il periodo delle feste si registra il 48% del fatturato complessivo». Parla Maurizio Cutrino, nuovo direttore di Assogiocattoli: «da noi vengono ancora visti come un premio, e questo penalizza il settore perché gli acquisti vengono effettuati solo in periodi specifici».
  • Tre luoghi a Milano in cui socializzare giocando. Il ritorno delle ludoteche.
  • Tradotto in 35 lingue differenti e disponibile in 111 Paesi, il monopoly sta vivendo una nuova primavera e viene declinato in ogni salsa. Dalla versione dedicata a Sailor Moon a quella a tema pizza, passando per quella tutta la femminile e quella con il bancomat. Ecco le migliori evoluzioni del più famoso tra i giochi da tavolo.

Lo speciale comprende cinque articoli e gallery fotografiche.

Clementoni presenta Atlantico, il gioco creato con Marco Mengoni

È un viaggio, alla scoperta dell'arte, trasposto in un gioco da tavolo. Si chiama Atlantico il nuovo gioco realizzato da Clementoni ispirato all'omonimo album di Marco Mengoni. Bellezza, arte, viaggio e scoperta nel rispetto dell'ambiente sono i temi del progetto del cantautore che la storica azienda italiana, leader nel campo del gioco educativo, ha scelto di condividere e amplificare con la star del pop italiano.

Marco Mengoni, colpito dall'ambiente estremamente positivo e creativo dell'azienda, ha deciso di ideare un gioco in scatola e partecipare attivamente e con attenzione ad ogni passaggio dello sviluppo, dal concept fino alla selezione dell'illustratore che si è occupato delle grafiche.

«Atlantico è un bellissimo viaggio alla scoperta del mondo e delle sue bellezze, attraverso i colori e le atmosfere dei quattro continenti, mi emoziona accompagnare questa ricerca con i versi delle mie canzoni e con immagini che rimandano proprio al mio album, senza dimenticare l'attenzione per l'ambiente che rimane un aspetto sempre importante di tutti i miei progetti» ha commentato il cantante «Il gioco è condivisione e voglia di stare insieme, è curiosità̀ e voglia di imparare, senza differenze, senza barriere...un messaggio prezioso che mi appartiene e che cerco di raccontare e amplificare con le mie canzoni e durante i miei live».

Aspetto fondamentale su cui Mengoni ha dimostrato grande interesse è stata l'ideazione del packaging e della componentistica interna realizzati in materiale riciclato e riciclabile. Questa attenzione nasce sia da un impegno personale dell'artista, molto sensibile al tema dell'eco sostenibilità tanto da essere diventato l'ambasciatore italiano della campagna plastic free promossa da National Geographic, che dalla volontà, da parte di Clementoni di traghettare concretamente la propria produzione verso modalità più sostenibili e rispettose dell'ambiente.

Dalla vicinanza di questi due mondi e di queste due sensibilità è nato un gioco incentrato sul concetto di viaggio, ma anche di arte, bellezza, attenzione verso l'ambiente e il buon vivere. Atlantico è un viaggio, un modo alternativo per conoscere. Vivere un nuovo approccio con il mondo e con la natura che lo abita. Un cammino senza meta, un abbandonarsi ai propri passi nella costante scoperta del bello e del presente. Atlantico è anche un ponte, tra popoli, culture, razze, religioni. L'arte è in grado di tradurre tutto questo in un vortice di stimoli e immagini che coinvolgono lo spettatore e lo trascinano nel profondo della sua immaginazione.

Tutte le novità di casa Nintendo

«I giocattoli visti ancora come un premio. Il 48% del fatturato arriva durante le festività»

Il nuovo direttore di Assogiocattoli, Maurizio Cutrino, racconta lo stato del mercato dei giocattoli in Italia alla vigilia delle feste, periodo dell'anno in cui si registra il 48% del fatturato del settore.

Qual è lo stato del mercato dei giocattoli?

«Attualmente siamo leggermente in negativo rispetto al 2018, con un -1%. Questa situazione è data principalmente dal fatto che il Black Friday, per noi molto importante, si è tenuto una settimana dopo rispetto lo scorso anno. Ci aspettiamo però di chiudere in pari rispetto al 2018 con un fatturato totale di circa 1.5 miliardi di euro».

Quali sono i maggiori trend in fatto di giochi?

«La classifica dei giochi più amati si mantiene abbastanza stabile durante gli anni. Al primo posto ci sono sempre le bambole, al secondo le action figure e in terza posizione troviamo i giochi da tavolo. È interessante notare come in questi ultimi anni ci sia stato un ritorno al gioco analogico. Piccoli e grandi sembrano avere riscoperto il fascino dei giochi da tavolo e noi di Assogiocattoli stiamo lavorando per promuovere questa tipologia di gioco».

In che modo?

«Durante la fiera del giocattolo che si è tenuta a Milano il mese scorso - G come giocatore -abbiamo creato uno spazio per i giochi da tavolo, col nome di "Passaporto per il gioco". Ogni bambino aveva la possibilità, provando tre giochi diversi, di vincere un piccolo regalo (una borraccia, ndr). Durante la fiera sono stati distribuiti oltre 2.000 passaporti per un totale di 6.000 partite fatte».

Quali eventi avete in programma per i prossimi mesi?

«Fino al 6 gennaio saremo in Regione Lombardia per l'iniziativa "Gioco anch'io". È stato allestito uno spazio dove tutti i weekend bambini e famiglie potranno giocare e divertirsi insieme».

Quali sono i titoli di maggiore successo, all'interno delle categorie menzionate?

«Per quanto riguarda le bambole, per il secondo anno consecutivo al primo posto troviamo le Lol Dolls seguite dalle più classiche Barbie. Le action figures si dividono invece tra i supereroi firmati Marvel e i personaggi della saga di Harry Potter. Ma anche i Gormiti continuano a essere molto amati dai più piccoli».

Cosa rappresenta il giocattolo in Italia?

«Il gioco per il nostro paese è concepito in una maniera molto diversa rispetto, ad esempio, a Francia e Germania. Se in questi ultimi il giocattolo è un elemento di crescita e sviluppo, da noi è ancora visto come un premio. Questo penalizza anche il mercato perché gli acquisti vengono fatti principalmente nel periodo natalizio o in concomitanza di compleanni e altre occasioni speciali».

Mariella Baroli

Il ritorno delle ludoteche: tre indirizzi da non perdere a Milano

Il gioco da tavolo è ben più di un passatempo. È un modo per socializzare e interagire con gli altri. Sarà proprio per questo motivo che a Milano sono sempre di più i locali in cui è possibile giocare insieme sorseggiando un cocktail. Ecco i tre migliori.

Tardis PubQuesto pub-ludoteca si trova in zona Bicocca ed è un paradiso per i nerd. Il nome rimanda infatti alla famosa navicella spaziale usata da Doctor Who nei suoi viaggi per l'universo e persino i panini nel menu prendono il nome di alcuni degli elementi più famosi della serie, come il «Cacciavite sonico». Tra cocktail, birre e i loro famosissimi hamburger si può fare una partita a Monopoli o a Trivial Pursuit oppure si può partecipare a una delle tante serate a tema.

Ostello BelloSituato nel quartiere Ticinese, più precisamente nella storica via Medici, Ostello Bello è uno dei luoghi più amati per fare l'aperitivo a Milano, specialmente se si è in grandi gruppi. Lo spazio offre passatempi per tutti i gusti. Ai più classici giochi da tavolo si affiancano infatti ping pong, videogiochi e calcetto. Si può persino dare sfogo al proprio talento musicale grazie ai diversi strumenti presenti all'Ostello Bello.

La città del giocoLa città del gioco è la ludoteca più grande d'Italia, capace di ospitare oltre 500 persone. Con i suoi 600 metri quadri di superficie e gli oltre 100 tavoli mette a disposizione del pubblico quasi 500 titoli di giochi differenti per un totale, ad oggi, di oltre 1.200 scatole. In questa ludoteca si trovano i giochi più recenti, spesso in anteprima, e quelli ormai fuori dal mercato, delle rarità per gli amanti del genere. Uno dei giochi più amati? Dungeons and Dragons, il gioco di ruolo che ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo.

Mariella Baroli

Da quello che celebra la pizza a quello con il bancomat: il monopoly protagonista delle serate in tutto il mondo

Monopoli è uno dei giochi da tavolo più amati di sempre. A 84 anni dalla sua nascita, questo gioco da tavolo mantiene il suo fascino e ne nascono sempre più varianti. Monopoli è stato tradotto in 35 lingue e venduto in oltre 111 paesi. Secondo i dati rilasciati da Hasbro, sarebbero state vendute oltre 350 milioni di copie di Monopoli in giro per il mondo. Per questo Natale sono state rilasciate sette nuove edizioni del gioco, oltre al già chiacchierassimo Miss Monopoly.

Monopoli Fortnite (27 euro) Le avventure di Fortnite - il gioco spara tutto diventato famoso lo scorso anno - arrivano sull'inconfondibile tabellone di Monopoli. Ogni giocatore potrà scegliere tra i 27 personaggi disponibili, paracadutarsi sull'isola e procedere nel percorso prendendo possesso dei diversi luoghi iconici del videogame. Ma attenzione, la tempesta è sempre dietro l'angolo e c'è il rischio di pescare una delle carte che fanno perdere i preziosi punti Hp. Vince l'ultimo giocatore a rimanere in piedi.

Monopoli «Il Trono di Spade» (40 euro) Stark o Lannister, Baratheon o Targaryen? Ogni giocatore è chiamato a scegliere la propria casata di appartenenza e attrezzarsi per combattere sul tabellone da gioco. Avanzando sul percorso a caselle sarà possibile conquistare nuove terre, costruire castelli e avamposti, accumulare denaro nei forzieri e sfidare le casate avversarie per conquistare il Trono di Spade e diventare il re dei Sette Regni.

Monopoli Lol (27 euro) Monopoli incontra il colorato mondo delle bambole «Lol Surprise!» Invece di luoghi e proprietà, i giocatori comprano, vendono e scambiano le bambole più amate dalle bambine con l'obiettivo di conquistare la collezione più bella. Le carte «Surprise!» sostituiscono le carte probabilità mentre le pedine sono gli accessori glamour delle famose bambole.

Monopoli Pizza (30 euro) In questa edizione cult di Monopoli non vi sono terreni, ma ingredienti golosi e deliziose varianti di pizza da conquistare, dalla pizza con le patatine alla intramontabile Bufalina. Ogni casella corrisponde ad un gusto e la contrattazione si svolge con fette di pizza e costi assaggio. Si aggiudica la partita il giocatore che durante il turno riuscirà a guadagnare più fette possibili.

Monopoli Ultimate Banking (43 euro) Una nuova versione mozzafiato del classico Monopoli senza banconote, con pagamenti elettronici e digitali. Nuove regole per una sfida dove vince chi è più ricco quando il primo giocatore va in bancarotta. Ogni terreno parte già con una casa, e l'affitto può variare in base alle carte evento, o al passaggio di un visitatore. E con la banca elettronica e le carte di credito, tutta la gestione del denaro diventa automatica.

Monopoly Voice Banking (43 euro) Una vera innovazione tecnologica nel mondo dei giochi in scatola. Il gioco di contrattazione più famoso al mondo oggi diventa più interattivo. Mr. Monopoli, attraverso il suo cappello, ascoltai comandi vacali del giocatore guidando gli affari lungo il tabellone verso la vittoria. Miss MonopoliIl grande tycoon immobiliare Mr. Monopoli lascia il posto alla nipote, grande sostenitrice delle donne imprenditrici. In questa versione del gioco, al posto di case a terreni i giocatori sono chiamati a investire il loro denaro in invenzioni innovative realizzate da donna che hanno lasciato il segno, dal wifi ai biscotti con le gocce di cioccolato.