Nomine e golden share sul Colle. Le mire del Bullo per starsene buono - La Verità
Le Firme
In primo piano

Nomine e golden share sul Colle. Le mire del Bullo per starsene buono

Ansa

Matteo Renzi rinuncerebbe a ministeri per sé e i suoi perché preferisce accaparrarsi alcune delle 500 poltrone in scadenza, da Eni a Poste. Ma il pallino vero è influire sul dopo Sergio Mattarella (e Maria Elena Boschi lo ammette).
In primo piano

Sistemato Zingaretti, il prossimo della lista è Conte

Ansa

Allacciate le cinture: Matteo Renzi è tornato e si prepara a una spericolata corsa per riprendersi Palazzo Chigi. Sì, manco il tempo di accendere la macchina del nuovo governo e il senatore semplice di Scandicci è pronto a mandarne il motore fuori giri e, prima possibile, a fonderlo. Già, perché questo alla fine rimane l'obiettivo a cui punta l'ex presidente del Consiglio.

In primo piano

Salvini a Pontida apre la caccia ai voti grillini

Ansa

Dopo l'accordicchio giallorosso, affluenza senza precedenti al raduno leghista. Il segretario punta agli elettori del Movimento delusi dal nuovo governo e a un referendum sul decreto Sicurezza. Sui porti aperti: «Al processo guarderò la Rackete a testa alta».
In primo piano

La scuola senza zaino crea studenti depressi

iStock

La nuova tendenza vuole cancellare la fatica e l'impegno, rappresentati dal peso dei libri di carta. In questo modo, invece di aiutare i ragazzi si finisce solo per far aumentare noia, frustrazioni e disturbi mentali. Anche per colpa degli apparecchi digitali fra i banchi.
In primo piano

Fiano e la Trenta trombati eccellenti. L’ombra della vendetta sul Senato

Ansa

Veti incrociati e rese dei conti interne ai due partiti hanno fatto fuori big considerati intoccabili. Nel Pd niente posti di governo per Maurizio Martina, Debora Serracchiani e Lia Quartapelle. Il M5s sacrifica Barbara Lezzi, Francesco D'Uva ed Emilio Carelli.
In primo piano

Draghi riapre il portafogli della Bce. Lo spread crolla e Trump si infuria

Ansa

Francoforte abbassa i tassi di interesse e annuncia acquisti di titoli per 20 miliardi al mese «senza fine». Il differenziale, come previsto, si sgonfia a 138. Il presidente Usa non la prende bene e randella la Fed.
In primo piano

A Bruxelles puzzano i conti del Moviola

Ansa

Il dem Paolo Gentiloni, spedito in Europa a difendere i nostri interessi, non se la vedrà solo con il badante Valdis Dombrovskis. Lassù, infatti, ricordano i buchi lasciati da premier nel bilancio: debito pubblico aumentato e melina sull'Iva. Non è detto che passi l'esame...
In primo piano

Conte s’inventa risparmi dallo spread. Per smentirlo basta questa tabella

L'inciucio sguazza anche sulla retorica che «grazie a noi i rendimenti dei Btp calano, salvando miliardi». Ma l'andamento è in picchiata da fine maggio, quando la Bce ha annunciato un nuovo acquisto di titoli.
In primo piano

Per «Repubblica» è nero pure il suo editore?

Ansa

Il quotidiano di Carlo Verdelli esulta per la mordacchia social contro l'estrema destra e criminalizza la piazza ostile al Conte bis. Poi Carlo De Benedetti spiazza tutti facendo suoi gli argomenti di Lega e Fdi: «Per me bisognava andare alle elezioni».
In primo piano

Il Pd prova a dire una cosa di sinistra ma gli esce solo l’elogio del bavaglio

Wikimedia Commons

Da Laura Boldrini a Valeria Fedeli, vivo entusiasmo per la censura di Facebook contro Casapound e Forza Nuova: «È difesa della Costituzione». Ma applicare la Carta è compito dei giudici, non di multinazionali private.