Senza insegnanti e senza banchi ma il governo la chiama scuola

Non ci sono i banchi, non ci sono gli insegnanti, ma la chiamano scuola. Sì, il bilancio del primo giorno di lezione in 13 regioni su 20 (sette hanno deciso di rinviare l'apertura degli istituti) può essere sintetizzato così. Gli studenti hanno fatto il loro ingresso nelle aule, come da previsioni, ma spesso le hanno trovate deserte, perché i docenti non c'erano. Un dato preciso di quanti ne manchino non esiste, perché il ministero, onde evitare la rappresentazione di una débâcle, si è ben guardato dal fornirlo. Tuttavia, per capire quale sia la situazione sono sufficienti i resoconti in alcune aree.

Amy Coney Barrett, (Getty images)
  • Accolto il ricorso contro il numero chiuso nei luoghi di culto. Decisivo il voto della nuova giudice Amy Coney Barrett, scelta da Donald Trump
  • Salta la mediazione sul tetto di partecipanti ai riti religiosi. Pronta un'azione legale

Lo speciale contiene due articoli

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Cronache dal Paese dell'incubo

L'editoriale - video

Trending Topics

Change privacy settings