«Far ripartire questo Paese non è una questione di decimali» - La Verità
Home
In primo piano

«Far ripartire questo Paese non è una questione di decimali»

Federalimentare

Il presidente di Federalimentare, Luigi Scordamaglia: «I mercati punteranno sulla nostra nazione se daremo segnali di serietà, snellendo la burocrazia e agevolando la produzione».
In primo piano

Scooter elettrici, startup e fantasia per blindare il Made in Italy

Contenuto esclusivo digitale

Eicma

  • Al salone meneghino Eicma 2019 avanza l'elettrico a due ruote, soprattutto la richiesta per mezzi semplici, economici e facilmente gestibili, che in pratica significa costo contenuto e poter estrarre la batteria dal ciclomotore per poterla ricaricare a casa oppure in ufficio.
  • Oggi Vespa e Lambretta vengono imitate e prese come esempio da diversi costruttori per sedurre gli amanti delle due ruote.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

I capolavori di Dino Battaglia affrancano i fumetti dalla politica

Città di Castello ha dedicato una mostra all'opera dell'artista veneziano, che seppe spaziare dalle narrazioni bibliche ai thriller tratti da Edgar Allan Poe.
In primo piano

Simbolo di una generazione: il club della Vespa Piaggio compie 70 anni

Contenuto esclusivo digitale

Giphy

Compie settant'anni il Vespa Club Italia mentre Piaggio festeggia 18 milioni di esemplari nel mondo. E tra modelli rari e popolari, gruppi social e ricambi globalizzati, ogni generazione dal dopoguerra a oggi ha il modello icona della sua epoca, legata indissolubilmente a canzoni e film.

In primo piano

Le vongole italiane devono sparire per 3 millimetri di euroburocrazia

iStock

Un regolamento di Bruxelles giudica i molluschi dell'Adriatico troppo piccoli per essere pescati e venduti. L'Italia chiede deroghe ma la Spagna si oppone e alla vigilia delle elezioni apre una guerra commerciale.
In primo piano

Non solo moda. Milano inaugura la settimana del gioiello

Contenuto esclusivo digitale
  • Ottanta eventi sparsi per la città. Nel capoluogo meneghino debutta la «Jewelry Week». Quattro giorni dedicati all'arte orafa.
  • Gianni de Benedittis, designer del marchio futuroRemoto, presenta la sua ultima collezione: Carnivorous.
  • Berwich, il marchio italiano, famoso perché crea soltanto pantaloni da uomo e donna di altissima qualità, mercoledì ha inaugurato il suo monomarca nel Quadrilatero della moda di Milano. «Puntiamo al mondo: nel 2020 replicheremo in Medio Oriente».
  • La collezione di Beretta e Larusmiani per chi ama la vita all'aria aperta. La capsule Countryside è fatta da 40 capi: imperdibile la giacca anti pioggia e vento.
  • Le piastre Ghd raccolgono fondi per la lotta al tumore al seno.

Lo speciale contiene 5 articoli e gallery fotografiche.

In primo piano

Il corto circuito del capacity market. Il caso di Metaenergia: finanziamenti dall'Italia e investimenti all'estero

Contenuto esclusivo digitale

Metaenergia

Capacity market e mercato dell'energia in Italia. Il meccanismo istituzionalizzato prima dell'estate dal Mise di Luigi Di Maio dovrebbe da un lato assicurare la sicurezza del sistema, con un approvvigionamento di energia elettrica costante in casi di black out, dall'altro incentivare la dismissione di impianti alimentati a carbone che dovranno scomparire da qui al 2030. Il problema sono i costi, 1, 5 miliardi annui nei prossimi 15 anni, per la remunerazione delle grandi centrali termoelettriche, che potrebbero andare a incidere sulle bollette di noi cittadini. E, altra questione, è che aziende di trading come Metaenergia di Maurizio Molinari, molto nota nel settore anche per gli accordi con il gruppo di moda Prada e con Fiera Milano nel 2009, anche se senza centrali in Italia, è sempre più impegnata in investimenti all'estero. Il gruppo è infatti controllato al 93% da una società in Lussemburgo, la Meta Lux, e lo scorso anno ha sottoscritto un bond da 308 milioni di euro a Londra, assistita dallo studio di Franzo Grande Steven.

In primo piano

Il tesoro perduto. Tutti i soldi che l’Italia butta via perché non sa sfruttare i suoi giacimenti di gas e petrolio

iStock

L'incapacità di sfruttare giacimenti di gas e petrolio costa all'Italia 300 milioni di entrate fiscali l'anno. E con l'aumento dei canoni di concessione previsto dal precedente governo, gli investitori fuggiranno verso i Paesi vicini (Grecia e Albania), aumentando la nostra dipendenza energetica dall'estero.

In primo piano

In Italia produzione di auto a -20%. Anche Parigi inizia a perdere colpi

Ansa

Dopo la Spagna, la recessione tedesca azzoppa pure la Francia. Noi siamo il Paese più colpito: in 12 mesi l'industria ha perso l'1,8%. Si salvano i farmaceutici. E gli investimenti verdi non serviranno a nulla.